Kundé 2024: Amzy si prende la kundé d’oro, Djeli Karim la Kundé del pubblico

-

La cerimonia di premiazione degli attori del Burkina Faso e della musica africana si è svolta la sera di mercoledì 8 maggio 2024 a Ouagadougou, alla presenza di alcuni membri del governo. Nel corso della serata sono stati consegnati diversi trofei, sia premi speciali che ufficiali. Il Kundé d’oro, il trofeo più ambito, va ad Amzy, il Kundé del pubblico a Djeli Karim e il miglior artista dell’Africa occidentale a Tam Sir della Costa d’Avorio.

Ora conosciamo il successore di Smarty, incoronato Golden Kundé 2023. Amzy è ora il miglior artista musicista burkinabe. Questo è ciò che ha deciso la giuria di Kundé 2024 Amzy ha portato a casa il Kundé d’oro davanti a Kayawoto e Djeli Karim e il Kundé per il miglior featuring burkinabè. Djeli Karim vince il kundé del pubblico davanti ad Amzy e Kayawoto e il Kundé per la migliore canzone moderna di ispirazione tradizionale. Kayawoto, il re di ”Maouland” si accontenta del Kundé per il miglior videoclip.

I ministri di Stato, a sinistra Jean Emmanuel Ouédraogo e a destra Bassolma Bazié, responsabile della funzione pubblica, hanno consegnato i premi ad Amzy, vincitore del Kundé d’or 2024

Una consacrazione per Amzy che dice di aspettare questo trofeo da tanto tempo. Emozionato, ha voluto ringraziare i suoi tifosi e la sua squadra per il supporto e sta già mostrando le sue ambizioni. “Non riesco a spiegare questa sensazione. Voglio solo dire che non è troppo presto. Lo aspetto da anni. Ora che è qui, ci vediamo tra due anni per il secondo. Per ottenere questo trofeo abbiamo semplicemente fatto quello che sappiamo fare meglio, cantare, dare il meglio di noi, avere fiducia in noi stessi. Parlo di noi perché c’è un intero team che lavora con me. Dedico questo trofeo a tutta questa squadra e anche a coloro che mi danno il coraggio di andare avanti, di lavorare ancora di più, quelli che la gente chiama tifosi e che a me non piacciono molto, io li chiamerò famiglia. Avevo bisogno di questo trofeo per brandirlo da qualche parte e aprirmi certe porte e penso che ora che è fatto guarderemo verso altri orizzonti. È un trofeo che tutti noi come artisti burkinabè sognavamo di avere. È il trofeo più grande che possiamo avere in Burkina Faso. Ma non tutto è fatto per quello, facciamo musica, ci divertiamo, cerchiamo di guadagnarci da vivere. Ma se poi arrivano le ricompense, è ancora più piacevole”, ha dichiarato dopo l’incoronazione.

Amzy con il suo Golden Kundé 2024

Il Golden Kundé 2024 ha colto l’occasione per congratularsi con la stazione generale di polizia di Kundé per l’organizzazione dell’edizione 2024 nonostante il difficile contesto nazionale. “Complimenti al comitato organizzatore. Non è facile con tutto quello che sta succedendo e quest’anno hanno voluto organizzare questa cerimonia, della quale bisogna congratularsi, perché dobbiamo dire al mondo intero che il Burkina Faso resta in piedi. È resilienza e vorrei rendere omaggio al governo di transizione che continua a lottare per il Paese. Vorrei anche ringraziare i tifosi, la famiglia, la stazione di polizia generale di Kundé”, ha detto.

Per Salfo Soré alias Jah Press, commissario generale di Kundé, l’assenza o il ritiro di alcuni partner tradizionali ha reso difficile l’organizzazione di questa 22esima edizione. Nel ringraziare i partner che hanno accettato di continuare l’avventura nonostante la difficile situazione, invita lo Stato burkinabè a sostenere “francamente” i Kundé che contribuiscono all’influenza della cultura burkinabè.

Salfo Soré alias Jah Press, commissario generale del Kundé

“Un sospiro di sollievo? Possiamo dirlo senza rischio di sbagliarci. Parliamo di resilienza ed è davvero la parola giusta. Il contesto è davvero difficile. Se osservate bene, tutte le manifestazioni che si svolgono a livello culturale, sono manifestazioni statali come la SNC, la FESPACO, la SIAO, sono a carico dello Stato. I Kundé non sono gli stessi, sono privati, soci privati ​​che risentono della crisi, che non riescono a coprire il territorio delle loro attività, che vedono diminuire il loro fatturato ma che continuano a fidarsi di Kundé e a sostenere Kundé. Vorrei cogliere l’occasione per salutarli, per ringraziarli per averci permesso di esistere, perché è nei momenti difficili che conosciamo i nostri veri partner”, sostiene.

“Soddisfatto? Non facile, perché questa 22esima edizione potrebbe non svolgersi. Abbiamo due partner, le compagnie aeree, una che non serve più e l’altra che ha problemi. Quindi quest’anno è stato particolarmente difficile convincere le persone a spostarsi. Costa un vero sacrificio ma spero che domani vada meglio, altrimenti ad un certo punto potresti rimanere senza fiato. Occorre un sostegno sincero, altrimenti non possiamo continuare a organizzare Kundé in queste condizioni, non è possibile. Lo Stato deve assumersi la responsabilità, se riteniamo che i Kundé meritino il loro posto nel panorama culturale del Burkina Faso, lo Stato deve sostenerli in modo coerente, altrimenti non riusciremo a resistere”, ha aggiunto il Commissario Generale di Kunde.

Djeli Karim riceve il premio del pubblico Kundé

Djeli Karim, quello su cui inizialmente nessuno scommetteva sul Kundé del pubblico, è riuscito nell’impossibile e ha vinto il Kundé del pubblico davanti ai popolarissimi Amzy e Kayawoto. Ha vinto anche il Kundé per la migliore canzone moderna di ispirazione tradizionale. E per lui questi trofei sono il coronamento di un lavoro ben fatto. Secondo l’artista bobolese ormai tutti sanno chi è Djeli Karim.

Esibizioni di artisti e una sfilata di moda hanno tenuto con il fiato sospeso il pubblico durante la serata del Premio Kundé

” Sono molto felice. Dico innanzitutto grazie a Dio, grazie a tutti i miei tifosi, è grazie a loro che ho ottenuto questi trofei. Grazie a tutti gli amanti della musica, grazie alla stazione di polizia generale di Kundé. Ho vinto due trofei stasera, sono molto felice. Dopo questi due Kundé, ora tutti conoscono Djeli Karim. Mi ha sorpreso sui social media quando la gente mi ha chiesto chi fosse Djeli Karim. Non è la prima volta che prendo un trofeo da Kundé. Nel 2021 ero già il vincitore del kundé per la migliore interpretazione di integrazione. Quindi questa è la seconda volta che vinco un trofeo Kundé. Chi è Djeli Karim? Penso che stasera tutti abbiano visto e ora sappiano chi è Djeli Karim. Vorrei anche dire grazie a tutti coloro che hanno votato per me. Adesso Bobo-Dioulasso mi aspetta”, ha confidato.

Ecco l’elenco completo di Kundé 2024:

Golden Kunde: Amzy

Kundé del pubblico: Djeli Karim

Kundé per la migliore artista donna: Nabalum

Kundé per il miglior Burkinabè featuring: Amzy feat Sissao (Burkina)

Kundé della speranza: Da Yéri

Kundé della rivelazione: Dj Domi (Aicha Trembler)

Kundé per il miglior videoclip: ”Bayir” di Alif Naaba feat Kayawoto

Kundé dell’artista più suonato nelle discoteche: Dj Domi (Aicha Trembler)

Kundé per la migliore canzone moderna di ispirazione tradizionale: Djeli Karim

Kundé per la migliore artista di musica religiosa: Ella Nikièma

Kundé per il miglior artista tradizionale: Adama Zongo

Kundé per la migliore interpretazione dell’integrazione africana: Tanya feat Hiro (Bad days)

Kundé per il miglior artista dell’Africa occidentale: Tam Sir dalla Costa d’Avorio

Kundé per il miglior artista dell’Africa Centrale: Ferre Gola (RD Congo)

Kundé per il miglior artista straniero residente in Burkina Faso: Barsa 1° della Costa d’Avorio

Kundé per il miglior artista burkinabè della diaspora: Martin N’Terry (Stati Uniti)

Mamadou Zongo

Solo mio

Lefaso.net

-

PREV Il sopravvissuto ad un incidente aereo sorprende i suoi soccorritori al Comox Air Show
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez