LIVE – L’Ucraina rivendica un attacco di droni contro una raffineria russa a 1.200 km dal suo confine | TV5MONDE

LIVE – L’Ucraina rivendica un attacco di droni contro una raffineria russa a 1.200 km dal suo confine | TV5MONDE
LIVE – L’Ucraina rivendica un attacco di droni contro una raffineria russa a 1.200 km dal suo confine | TV5MONDE
-

Di fronte al Mucem, il museo delle civiltà europee e mediterranee, un po’ tesa ma sorridente, la ginnasta 21enne, stella del suo paese e speranza di una medaglia alle Olimpiadi di Parigi (26 luglio – 11 agosto), ha acceso la sua fiaccola per poche ore dopo l’inizio della staffetta della leggenda del calcio marsigliese Basile Boli.

La maggioranza della popolazione, la maggioranza degli atleti su questo pianeta, vuole la pace, ci sono solo una manciata di persone che non la vogliono. La tregua olimpica non è solo parole, proviamoci. Jean Galfione, campione olimpico francese di salto con l’asta

Poi l’ha passata al suo vicino di casa, il vogatore lituano Saulius Ritter, in prima fila davanti a un picchetto d’onore formato dai 27 atleti dell’Ue, tra gli applausi di decine di spettatori. “È un grandissimo onore, un momento che probabilmente vivrai solo una volta nella vita”ha detto all’AFP Saulius Ritter, un gigante sorridente di 2,02 m. “Oggi è la Giornata dell’Europa Siamo d’accordo che l’Ucraina fa parte dell’Europa, questo è un messaggio importante da inviare”aggiunge il vogatore baltico, il cui paese è particolarmente preoccupato per una possibile estensione della guerra guidata dalla Russia in Ucraina.
“La maggioranza della popolazione, la maggioranza degli atleti di questo pianeta, vuole la pace, ci sono solo una manciata di persone che non la vogliono. La tregua olimpica non è solo parole, proviamoci”, Da parte sua, ha detto un altro tedoforo, il campione olimpico francese di salto con l’asta Jean Galfione.

Attorno alla giovane donna, il cui padre ha combattuto al fronte contro l’invasione russa, il gruppo di atleti, tra cui anche la polacca Anita Wlodarczyk, tre volte campionessa olimpica in carica nel lancio del martello, o l’ex velocista belga Kim Gevaert hanno poi trottato al Mucem.

Questa staffetta comprendeva otto ex medaglie d’oro, due ex portabandiera e sette qualificazioni per i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi. Questo relè “è un modo per sottolineare la nostra solidarietà con l’Ucraina (…) in un momento in cui sta attraversando una terribile guerra di aggressione”ha sottolineato accogliendoli il ministro francese dello Sport, Amélie Oudea-Castera. “È un sostegno enorme, in primis dalla Francia, un modo per sottolineare che formiamo un’unica famiglia europea, che non è solo Europa PIÙ“, ha salutato insieme a lui la sua controparte ucraina, Viktoriia Riasna.

-

PREV Neeraj Chopra e Mary Moraa lanciano la loro ricerca per l’oro olimpico a Doha
NEXT Guerra a Gaza: le famiglie degli ostaggi pubblicano il video del rapimento delle loro figlie avvenuto il 7 ottobre ad opera di Hamas