Warner Bros. Discovery, di fronte al collasso degli studi cinematografici e alla scarsa spesa pubblicitaria – 09/05/2024 alle 17:18

Warner Bros. Discovery, di fronte al collasso degli studi cinematografici e alla scarsa spesa pubblicitaria – 09/05/2024 alle 17:18
Descriptive text here
-

((Traduzione automatica di Reuters, consultare il disclaimer https://bit.ly/rtrsauto))

(Aggiunge contesto ai paragrafi 5-6, 9-10, commenti degli analisti ai paragrafi 7, 11) di Harshita Mary Varghese

Warner Bros. Discovery ha registrato una perdita trimestrale maggiore del previsto poiché le vendite pubblicitarie sono diminuite nella sua unità TV via cavo e il segmento degli studi ha dovuto far fronte alle ricadute degli scioperi di Hollywood dello scorso anno e ad una bassa domanda per il gioco “Suicide Squad”.

I risultati hanno amplificato le difficoltà che le società dei media hanno dovuto affrontare nel far fronte alla debolezza della pubblicità negli Stati Uniti e in alcuni mercati internazionali, poiché le aziende hanno risposto per lungo tempo alla possibilità di tassi di interesse più elevati limitando i costi.

Entrate pubblicitarie dal segmento delle reti dell’azienda

WBD.O è sceso dell’11% durante il primo trimestre. Martedì anche la rivale Disney DIS.N ha annunciato un calo nel suo business televisivo tradizionale.

L’unità di streaming è rimasta un punto positivo per Warner Bros. Discovery, aggiungendo 2 milioni di abbonati e registrando un aumento del 72% nell’utile core rettificato a 86 milioni di dollari.

Gli investitori hanno spinto affinché il gruppo si concentrasse sulla redditività e non sull’aumento degli abbonamenti, mentre Netflix consolida la sua posizione di leadership nelle guerre dello streaming.

Mercoledì Warner Bros. Discovery ha collaborato con Disney per offrire un pacchetto di servizi di streaming Disney+, Hulu e Max negli Stati Uniti, a partire da questa estate. Le due società, insieme a Fox Corp, hanno presentato un progetto di streaming sportivo all’inizio di quest’anno.

“Stiamo infatti assistendo al ritorno dell’offerta bundle, distribuita su Internet”, ha affermato Paolo Pescatore, analista di PP Foresight.

“La speranza della NBA

L’amministratore delegato David Zaslav ha detto che la società “spera” di raggiungere un accordo con la NBA per mantenere la lega su Max e TNT, che detiene tali diritti da quasi quattro decenni.

I diritti NBA sono considerati fondamentali per gli sforzi dell’azienda volti a stimolare la crescita del proprio business di streaming e fidelizzare i clienti via cavo.

Warner Bros. Discovery “diventerà una terza tappa debole” nella nuova impresa di streaming sportivo se il suo accordo con la NBA non verrà rinnovato, ha affermato Ross Benes, analista senior di Emarketer.

I ricavi dello studio della società sono stati danneggiati dalla sottoperformance di “Suicide Squad: Kill the Justice League” rispetto a “Hogwarts Legacy”, il gioco più venduto del 2023.

I ricavi di tale attività sono diminuiti del 12%, nonostante “Dune: Part Two” sia stato il film del 2024 con il maggior incasso fino ad oggi, con oltre 700 milioni di dollari di entrate complessive al botteghino mondiale.

La società continua ad affrontare le sfide poste dai due scioperi di Hollywood dello scorso anno, che hanno portato a ritardi nella produzione e a un minor numero di episodi nei primi tre mesi dell’anno.

Secondo i dati LSEG, i ricavi di 9,96 miliardi di dollari sono inferiori alle stime di 10,23 miliardi di dollari. La perdita di 40 centesimi per azione è stata più ampia delle previsioni di una perdita di 24 centesimi.

-

PREV Saldi di primavera a Rouen: tre giorni di buoni affari e intrattenimento gratuito
NEXT Violenze in Nuova Caledonia: “centinaia” feriti