a Tolosa, gli abitanti sono impotenti di fronte al campo dei nomadi

a Tolosa, gli abitanti sono impotenti di fronte al campo dei nomadi
a Tolosa, gli abitanti sono impotenti di fronte al campo dei nomadi
-

Charles Luylier (corrispondente a Tolosa) / Crediti fotografici: DDM BV / LA DEPECHE DU MIDI
10:14, 9 maggio 2024

Da domenica carovane di viaggiatori invadono il parco di Marcaissonne, a Tolosa. Lungi dall’essere la prima volta, il municipio ha avviato una procedura di sfratto, ma è probabile che le procedure durino diversi giorni o addirittura settimane. E i residenti, accolti da Europa 1, non ne possono più.

Da domenica una quarantina di carovane popolano il centro del parco, la settima volta in tre anni. Qui, come sempre, il sito diventa irriconoscibile, spiega Fabian, che abita proprio accanto. “Hanno lasciato la spazzatura, le lavatrici. Hanno lasciato i passeggini, ma abbiamo visto anche persone che facevano il cambio dell’olio delle auto, è problematico”. Problematico e perfino pericoloso per Alan, padre di famiglia.

Imbroglio amministrativo

“Abbiamo cinghiali e cervi che vengono al parco. Appena li vedono, sparano contro di loro. Quindi ci sono esplosioni. Sapendo che ci sono armi proprio accanto a loro e che potenzialmente le persone possono sparare. Non è questo che ci rassicura. Vorremmo che le autorità facessero qualcosa”, confida.

Il municipio ha investito 52.000 euro in portali che impediscono l’accesso ai camper. Ma questi viaggiatori hanno raso al suolo i cespugli tutt’intorno per poter passare. “Quindi abbiamo provato di tutto”, si lamenta Émilion Esnault, vicesindaco responsabile della sicurezza. “Abbiamo offerto un’area che era disponibile. Non hanno voluto prenderla e il prefetto non può sfrattarli senza una decisione del tribunale. È una situazione ancora ridicola”, dice. Un vero e proprio imbroglio amministrativo. E questi viaggiatori non partiranno tanto presto.

-

PREV La totebag, questa borsa in cotone, è davvero ecologica? Dov’è questa una falsa buona idea?
NEXT Sono necessari finanziamenti urgenti per la crisi dei senzatetto di Byron Shire