Il camionista assolto per l’incidente mortale chiede indietro la patente, ma lo stato dice che ha contribuito all’incidente

Il camionista assolto per l’incidente mortale chiede indietro la patente, ma lo stato dice che ha contribuito all’incidente
Il camionista assolto per l’incidente mortale chiede indietro la patente, ma lo stato dice che ha contribuito all’incidente
-

CONCORD (AP) – Un camionista commerciale che è stato assolto dall’accusa di aver causato la morte di sette motociclisti nel New Hampshire ha testimoniato in un’udienza mercoledì sulla sua richiesta di ripristinare la sua patente sospesa, mentre un avvocato dello stato ha affermato che aveva ancora un ruolo nell’omicidio. Crollo del 2019.

Una giuria nel 2022 ha ritenuto Volodymyr Zhukovskyy non colpevole di molteplici omicidi colposi e omicidi colposi derivanti dalla collisione a Randolph che ha ucciso sette membri del Jarheads Motorcycle Club, un’organizzazione di veterani del Corpo dei Marines e i loro coniugi nel New England.

A Zhukovskyy, che è arrivato negli Stati Uniti da bambino dall’Ucraina e aveva lo status di residenza permanente, la sua licenza del Massachusetts è stata automaticamente sospesa nel New Hampshire dopo il suo arresto in seguito all’incidente del 21 giugno 2019.

Sulla base delle sue interviste con la polizia in quel momento, “Pensavo di essere stato io a causare l’incidente”, Zhukovskyy, 28 anni, ha testimoniato in un’udienza amministrativa di quattro ore a Concord in cui è apparso tramite video. “Ero come in una bolla con tutta quella pressione.”

I pubblici ministeri hanno sostenuto che Zhukovskyy – che aveva assunto eroina, fentanil e cocaina il giorno dell’incidente – ha ripetutamente sterzato avanti e indietro prima della collisione e ha detto alla polizia che era stato lui a provocarla. Ma un giudice ha respinto otto accuse di danneggiamento e i suoi avvocati hanno detto che il motociclista in testa era ubriaco e non guardava dove stava andando quando ha perso il controllo della sua moto ed è scivolato davanti al camion di Zhukovskyy, che trainava un rimorchio a pianale vuoto.

Gli avvocati del processo di Zhukovskyy hanno anche detto che non c’erano prove che fosse danneggiato al momento dell’incidente e che la polizia non ha fatto alcuna osservazione nelle ore successive che suggerisse che lo fosse.

Il ripristino della patente di Zhukovskky dipenderebbe dal fatto che l’ufficiale giudiziario Ryan McFarland decida che Zhukovskyy ha guidato “in modo illegale e imprudente” che “ha contribuito materialmente” all’incidente, secondo la legge statale. McFarland ha seguito il caso sotto consiglio dopo l’udienza. Se dovesse dare ragione allo Stato, la licenza di Zhukovskyy potrebbe rimanere sospesa fino a sette anni.

Un ex membro dei Jarheads ferito nell’incidente si è espresso contro il ripristino della licenza.

“Voi siete tutti in pericolo se questo ragazzo guida di nuovo”, ha detto Manny Ribeiro, parlando con i giornalisti dopo l’udienza di mercoledì. “So cosa è successo quel giorno. Ero lì.”

L’assoluzione per omicidio colposo all’epoca suscitò forti commenti da parte del Governatore. Chris Sununu, che ha affermato che i sette motociclisti “non hanno ricevuto giustizia”, e dal procuratore generale John Formella, che ha affermato di ritenere che lo Stato abbia dimostrato la sua tesi.

Zhukovskyy ha detto durante l’udienza di mercoledì che stava guidando lungo una cresta su un’autostrada est-ovest, ha visto una motocicletta arrivare nella sua direzione e ha frenato.

“Ha risposto in pochi secondi”, ha detto il suo avvocato Earle Wingate III. “Non è stato lui a causare l’incidente.”

Ma David Hilts, un avvocato del Dipartimento statale di Sicurezza, ha contestato tale ipotesi, sulla base di perizie di esperti. Ha detto che le descrizioni di dove si trovavano le gomme in quel momento mostravano che Zhukovskyy non aveva visto la motocicletta in anticipo.

“L’impatto è avvenuto. Suona durante le pause”, ha detto Hilts.

Hilts ha interrogato ampiamente Zhukovskyy sul suo uso di droga sulla base delle interviste alla polizia. L’avvocato ha affermato nella sua dichiarazione conclusiva che Zhukovskyy ha fatto tutto il possibile per non rispondere alle sue domande sull’uso di droghe e sul deterioramento.

Hilts ha anche menzionato i precedenti incidenti in cui Zhukovskyy era stato coinvolto, incluso uno avvenuto 18 giorni prima dell’incidente di Randolph. Ha detto che sia Zhukovskyy che il motociclista principale, Albert “Woody” Mazza Jr., hanno contribuito materialmente all’incidente. Mazza, uno dei sette morti, aveva un tasso di alcol nel sangue dello 0,135%, ben al di sopra del limite legale dello 0,08%, secondo il referto dell’autopsia.

All’epoca, la patente di Zhukovskyy avrebbe dovuto essere revocata perché era stato arrestato nel Connecticut con l’accusa di guida in stato di ebbrezza nel maggio 2019. I funzionari del Connecticut hanno allertato il registro dei veicoli a motore del Massachusetts, ma la patente di Zhukovskyy non è stata sospesa a causa di un arretrato di patenti. notifiche statali relative alle infrazioni alla guida. Il caso del Connecticut è pendente.

Le forze dell’ordine statunitensi per l’immigrazione e le dogane hanno arrestato Zhukovskyy dopo il verdetto del 2022, citando precedenti condanne per possesso di droga, guida con patente sospesa, fornitura di false informazioni e furto. Zhukovskyy è stato portato da una prigione della contea del New Hampshire a una struttura di detenzione federale.

L’avvocato specializzato in immigrazione di Zhukovskyy ha chiesto asilo per il suo cliente. Nel febbraio 2023, un giudice ha ordinato la deportazione di Zhukovskyy. Ma non è chiaro come possa essere stato inviato in un paese in guerra con la Russia. Gli Stati Uniti hanno sospeso i voli di rimpatrio verso l’Ucraina e hanno autorizzato lo status di protezione temporanea per gli ucraini qualificati.

Kathy McCormack, Associated Press

-

PREV Due persone muoiono in un incidente stradale a Barry
NEXT Il costo dell’estensione del taglio delle tasse di Trump sale a 3,8 trilioni di dollari, avverte CBO