Bajaj Auto svela una moto da 110 cc che funziona nativamente a CNG (gas naturale compresso)

Bajaj Auto svela una moto da 110 cc che funziona nativamente a CNG (gas naturale compresso)
Bajaj Auto svela una moto da 110 cc che funziona nativamente a CNG (gas naturale compresso)
-

Sono in aumento le iniziative volte a ridurre l’impatto ambientale del settore dei trasporti. La propulsione elettrica e l’uso dell’idrogeno verde come carburante sono quindi concetti che scienziati e marchi stanno cercando di promuovere. In India, Bajaj Auto sembra voler adottare un approccio leggermente diverso. In effeti, l’azienda sta lavorando su una motocicletta alimentata a metano (gas naturale compresso). Se tutto andrà bene, dovrebbe uscire entro il prossimo anno. Devi sapere che, a differenza del gas naturale liquefatto (GNL), il GNC si ottiene da un processo che consiste nel comprimere il gas naturale a meno dell’1% del suo volume a pressione atmosferica standard. Si tratta di un carburante che ha il vantaggio di essere meno costoso della benzina pur essendo meno inquinante.

Un concetto interessante

Grazie ai suoi molteplici vantaggi, il gas naturale compresso costituisce un’alternativa ai combustibili fossili convenzionali e può essere utilizzato per alimentare i nostri mezzi di trasporto. Per molti anni, sono quindi disponibili sul mercato kit di trasformazione, consentendo la conversione al metano di alcuni veicoli a benzina. Tuttavia, l’approccio adottato da Bajaj Auto è unico nel suo genere al mondo in quanto l’azienda ha scelto di dotare la sua prossima moto di un motore che funziona nativamente con tale gas. Secondo l’azienda, la misurazione delle prestazioni di un prototipo ha dimostrato che il progetto potrebbe ridurre le emissioni di monossido di carbonio di circa il 75%.

Meno inquinante, più economico da gestire?

Del resto, avrebbe osservato Bajaj una significativa riduzione delle emissioni di CO2 così come i COVNM (composti organici volatili non metanici). Per quanto riguarda i costi operativi, i calcoli effettuati dal gruppo avrebbero suggerito una riduzione dal 50 al 65% grazie alla riduzione del prezzo del carburante. Insomma, si tratta di un progetto che potrebbe avere enormi benefici sia a livello finanziario che ambientale. Per quanto riguarda le specifiche, sappiamo che la moto dovrebbe essere un equivalente da 110cc.

E il design?

Sebbene il marchio sia molto avaro di informazioni sulla sua moto alimentata a metano, il design della macchina non è più un vero segreto. Lo scorso marzo, il media indiano @rushlane ha addirittura condiviso su X (ex Twitter) alcune foto che mostravano un prototipo funzionante, rivelandone parzialmente il design. La due ruote avrebbe ruote da 17 pollici con pneumatici tubeless 80/100. La sua forcella adotterebbe un design telescopico. Inoltre sarebbe presente un unico ammortizzatore posteriore oltre ad un cruscotto semi-elettronico. Sappiamo anche che la moto dovrebbe essere dotata di un faro a LED. Maggiori informazioni: bajajauto.com. Sembra interessante questo concept di moto alimentata a metano, voi cosa ne pensate? Ti invito a darci la tua opinione, i tuoi commenti o segnalare un errore nel testo, clicca qui per postare un commento.


Più di 900.000 abbonati ci seguono sulle reti, perché non tu?

Iscriviti alla nostra Newsletter e seguici Google News e così via WhatsApp per non perdere nessuna invenzione e innovazione!

-

PREV I dipendenti vogliono l’intelligenza artificiale al lavoro e non aspettano che le aziende si mettano al passo, perché per loro l’intelligenza artificiale alza l’asticella e infrange il tetto della loro carriera Secondo Microsoft
NEXT un progetto storico per la passerella della città di Carcassonne