“Non consegneremo”: Joe Biden pone le condizioni per Israele

“Non consegneremo”: Joe Biden pone le condizioni per Israele
“Non consegneremo”: Joe Biden pone le condizioni per Israele
-

Questa è la prima volta che gli Stati Uniti, il principale alleato di Israele, impongono pubblicamente condizioni di sostegno allo Stato ebraico. Mercoledì 8 maggio, Joe Biden ha dichiarato che non esiterebbe a fermare la consegna di alcune armi all’esercito israeliano, se quest’ultimo avesse continuato l’offensiva pianificata sulla città di Rafah.

“Se entrano a Rafah, Non consegnerò loro le armi che sono sempre state usate (…) contro le città”, ha detto in un’intervista alla CNN. Interrogato sulla decisione americana di sospendere la consegna di un carico di bombe, ha commentato: “I civili sono stati uccisi a Gaza a causa di queste bombe”, ha aggiunto: “È terribile”..

Gli Stati Uniti passano così dalle parole ai fatti dopo i ripetuti avvertimenti contro qualsiasi grande offensiva nella città nel sud della Striscia di Gaza, dove hanno trovato rifugio 1,4 milioni di palestinesi, molti dei quali sono fuggiti dai bombardamenti nel nord. Nonostante le condanne internazionali, il primo ministro israeliano ha promesso di lanciare questa offensiva, essenziale secondo lui per distruggere gli ultimi battaglioni del movimento islamista nel territorio palestinese.

La redazione consiglia

Novità dalla redazione RTL nella tua casella di posta.

Utilizzando il tuo account RTL, iscriviti alla newsletter informativa di RTL per seguire quotidianamente tutte le ultime novità

Per saperne di più

-

PREV 350 persone manifestano a Bourg, un centinaio a Oyonnax
NEXT Ultimo ballo questo giovedì sera: il Millénium chiuderà le sue porte sulla Grand-Place di Arras