Il video della NASA simula cosa vuol dire viaggiare in un buco nero

-

8 maggio 2024

Per riprodurre questo contenuto, abilita JavaScript o prova un browser diverso

Didascalia video, GUARDA: La simulazione della NASA di un viaggio di 640 milioni di km verso un buco nero, con una massa 4,3 milioni di volte quella del nostro Sole (Nasa’s Goddard Space Flight Center/J. Schnittman e B. Powell)

L’agenzia spaziale americana, la NASA, ha rilasciato una nuova simulazione video che cattura lo spettatore dentro un buco nero.

I buchi neri sono spesso presenti in storie, spettacoli e film di fantascienza. Ora, utilizzando un potente computer, la NASA ha modellato come potrebbe apparire viaggiando al suo interno nella vita reale.

Nella clip, una telecamera si muove verso un buco nero, circondato da un enorme anello luminoso. Questo disco è causato dal gas, così come dalla luce che gli orbita attorno.

La NASA ha impiegato cinque giorni per realizzare la simulazione su un supercomputer, chiamato Discover, un processo che secondo loro avrebbe richiesto 10 anni su un laptop di tutti i giorni.

Didascalia immagine, Le strutture luminose mostrate attorno alla simulazione del buco nero sono chiamate anelli fotonici

Ci sono molti effetti sorprendenti nel video, con lo spazio e le stelle che sembrano piegarsi.

La clip è accelerata per mostrare cosa accadrebbe a un ritmo più veloce, ma nel buco nero anche il tempo stesso verrebbe distorto.

Secondo la NASA, se un astronauta viaggiasse verso un buco nero con un viaggio di andata e ritorno di 6 ore, fuggendo prima di raggiungere il punto di non ritorno, tornerebbe sulla nave principale 36 minuti più giovane dei suoi compagni di equipaggio!

Questo perché il tempo scorre più lentamente vicino a una forte fonte gravitazionale come un buco nero e quando viaggia alla velocità della luce.

Per riprodurre questo contenuto, abilita JavaScript o prova un browser diverso

Didascalia video, GUARDA: Cosa c’è dentro un buco nero?

Cos’è un buco nero?

I buchi neri vengono lasciati indietro quando le supernovae, enormi stelle con la luminosità di 10 miliardi di soli, giungono alla fine della loro vita.

Quando il centro di una stella molto grande collassa su se stesso si formano i buchi neri.

Nonostante sembrino non avere nulla al loro interno, i buchi neri sono in realtà pieni di materia. La gravità è così forte all’interno di questi densi buchi neri che attira tutto verso di sé, compresa la luce stessa!

Poiché la luce non può uscire, sono invisibili, o completamente neri, da cui deriva il nome.

-

PREV Il PSG vince la 15esima Coupe de France per il der di Mbappé
NEXT Michelle Hunziker: Sie soll Touristen ins Ticino Bringen