“Pieni di merda” ed “estremisti”: Drouin dice che “la macchina del QP in Quebec” si è messa in moto contro di lui

“Pieni di merda” ed “estremisti”: Drouin dice che “la macchina del QP in Quebec” si è messa in moto contro di lui
“Pieni di merda” ed “estremisti”: Drouin dice che “la macchina del QP in Quebec” si è messa in moto contro di lui
-

OTTAWA – Il deputato franco-ontario Francis Drouin non accetta di essere stato accusato per quasi 48 ore di non voler difendere il francese, accusando “la macchina del PQ in Quebec” di estrapolazione. Per Justin Trudeau, il Bloc Québécois attacca Francis Drouin perché è franco-ontariano e per il primo ministro del Quebec, François Legault, si tratta di “una totale mancanza di giudizio”.

“Non dovrebbe sorprendere nessuno che l’ultimo cavallo di battaglia del Bloc Québécois sia attaccare un franco-ontariano, sanno benissimo che non amano i francofoni che parlano francese fuori dal Quebec”, ha detto Justin Trudeau durante il periodo delle domande su Mercoledì a Yves-François Blanchet, suscitando fischi dalle panchine del Bloc.

Il leader del Blocco, come quello conservatore, chiede al Primo Ministro di licenziare Francis Drouin dalla carica di presidente dell’Assemblea parlamentare della Francofonia per le sue osservazioni.

Lunedì il membro della Glengarry-Prescott-Russell ha definito due testimoni della commissione “pieni di stronzate” ed “estremisti”. I due ricercatori, Frédéric Lacroix e Nicolas Bourdon, hanno testimoniato davanti alla Commissione ufficiale delle lingue con dati a sostegno sull’anglicizzazione in Quebec e sul collegamento con gli studi in inglese. Spiegano che frequentare un’università anglofona o un CEGEP aumenta notevolmente la probabilità di condurre la propria vita in inglese.

Secondo Francis Drouin, è “prenderlo per un idiota” affermare che l’istruzione superiore contribuisce all’anglicizzazione del Quebec.

Francis Drouin precisa che non avrebbe problemi a scusarsi se i due ricercatori in questione “si sentissero offesi”.

“Non ho ricevuto comunicazioni ufficiali da nessuna delle due persone, quindi è questo il problema. Tutti parlano a nome di queste due persone, ma queste due persone non sono venute direttamente da me”, ha detto ai giornalisti.

“Francamente insulto qualcuno e dico alla persona che ho insultato che ha l’onere di venire da me per chiedermi scusa. Vuole che lavino anche il suo carro? Ebbene, ci sono dei limiti”, ha protestato Yves-François Blanchet.

Francese: Drouin “maleducato e incompetente” per Blanchet

L’eletto liberale ha successivamente ritirato le sue dichiarazioni, ma nei giorni successivi ha rifiutato di scusarsi, ammettendo che avrebbe potuto “esprimere meglio le mie parole” e riconoscendo di essersi “lasciato trasportare dalla passione”. Quest’ultimo ritiene di trovare “vergognoso” e “offensivo” che “estrapoliamo ciò dicendo che insulto le persone che difendono la lingua francese” affermando di aver protetto la lingua francese “per tutta la vita”.

“È la macchina PQ in Quebec che funziona. Non vogliono parlare della Francofonia canadese. Mathieu Bock-Côté passa il tempo a insultarci. Ma non è una novità, ci sono abituato”, ha detto il rappresentante dell’Ontario orientale in un’intervista dopo una riunione del caucus liberale.

Quest’ultimo non accetta le accuse, soprattutto del Bloc Québécois, secondo cui la tutela dei francesi sarebbe vista come una posizione estremista dal liberale eletto.

“Ci sono persone che leggono il Journal de Montréal e pensano che io stia insultando coloro che difendono il francese e non è così e lo trovo vergognoso. Questi deputati sanno benissimo quello che fanno e sì, questo mi insulta. Sono sempre stato un ardente difensore della Francofonia e rimarrò tale”, ripete.

“Se il signor Drouin ha interesse per la lingua francese, è allo stesso tempo scortese e incompetente”, ha risposto Yves-François Blanchet in una conferenza stampa.

Secondo Francis Drouin, gli avvenimenti degli ultimi giorni dimostrano che “il Blocco non vuole che la Francofonia canadese funzioni, questa è la realtà”, giudica. Argomenti ripresi dal suo leader liberale alla Camera dei Comuni, per il quale il leader del Blocco si limita a “argomentare con Ottawa mentre la responsabilità federale è quella di difendere le lingue ufficiali in tutto il paese, il francese in Quebec e il francese in tutto il Canada .”

“La parola Cambronne (marde) è conosciuta da molto tempo in tutto il mondo. Non è stato il nostro parlamentare a usarlo per la prima volta. Ma in effetti c’è stato un eccesso di zelo per il quale si è scusato e ha ritirato i suoi commenti”, ha affermato Trudeau.

François Legault. Per gentile concessione: Consiglio della Federazione

“È una totale mancanza di giudizio”, afferma François Legault

In Quebec, il Primo Ministro ha commentato la situazione descrivendo i commenti come “una totale mancanza di giudizio”. Il suo ministro delle Relazioni canadesi, Jean-François Roberge, ritiene che “il deputato ha avuto l’opportunità di scusarsi, ma ha deciso di impantanarsi”, ha scritto commentando le dichiarazioni di Francis Drouin.

A Ottawa i ministri liberali hanno difeso il loro collega dell’Ontario.

“Conosco Francis Drouin come un orgoglioso francofono che ha combattuto tutta la vita, ad esempio, per il diritto di educare i suoi figli in francese. Difenderà sempre il francese, sempre, e qualche volta si lascia prendere la mano. Ma queste non sono le parole migliori che ha scelto”, ha concordato Pablo Rodriguez, luogotenente del Quebec nel governo.

Per il Ministro delle Lingue Ufficiali, studiare in inglese in Quebec non annglicizza la provincia.

“Quando ci sono francofoni che studiano francese in Alberta come me al Campus Saint-Jean, la provincia non è francesizzata. Se guardiamo al numero di studenti che abbiamo in Quebec, anche questo non anglicizza la provincia”, sostiene Randy Boissonnault.

-

PREV Perpignan: uno “scontro di mezzi” più che uno shock di conoscenze, una misura “ineguale”.
NEXT cosa sappiamo della sparatoria nel centro della città di Héricourt nell’Alta Saona