I prezzi del petrolio salgono dopo che le scorte di greggio statunitensi sono scese più del previsto Da Reuters

I prezzi del petrolio salgono dopo che le scorte di greggio statunitensi sono scese più del previsto Da Reuters
I prezzi del petrolio salgono dopo che le scorte di greggio statunitensi sono scese più del previsto Da Reuters
-

Di Nicole Jao

NEW YORK (Reuters) – I prezzi del petrolio sono aumentati mercoledì dopo che i dati sulle scorte di petrolio negli Stati Uniti hanno mostrato un calo delle scorte di greggio maggiore del previsto mentre le raffinerie hanno aumentato la produzione in vista della stagione estiva.

i futures sono aumentati di 52 centesimi, o dello 0,63%, a 83,68 dollari al barile alle 12:00 EDT (16:00 GMT). I futures del greggio statunitense West Texas Intermediate sono aumentati di 65 centesimi, o dello 0,83%, a 79,03 dollari al barile.

secondo l’Energy Information Administration (EIA), le scorte sono scese di 1,4 milioni di barili a 459,5 milioni di barili nella settimana terminata il 3 maggio, aumentando leggermente più delle aspettative degli analisti. [EIA/S]

“L’attività di raffinazione e le esportazioni più forti hanno incoraggiato un lieve calo delle scorte di greggio, aiutando a smaltire parte del grande accumulo della scorsa settimana”, ha affermato Matt Smith, analista petrolifero principale di Kpler.

L’EIA, tuttavia, prevede una crescita più lenta della domanda globale di petrolio per l’anno, come ha mostrato un rapporto di previsione. [EIA/M]

Il rafforzamento del dollaro USA ha limitato i prezzi del petrolio greggio. Un rafforzamento frena la domanda di petrolio rendendolo più costoso per gli investitori che detengono altre valute.

Le speranze di un cessate il fuoco a Gaza hanno anche esercitato una certa pressione al ribasso sui prezzi del petrolio nelle ultime sessioni di negoziazione, con alcuni analisti che affermano che il premio di rischio sul petrolio è diminuito di pari passo.

“Eliminando l’attuale fattore geopolitico, il mercato si ritrova di fronte a un mondo di inflazione vischiosa negli Stati Uniti, contrastata da tassi di interesse che non solo mantengono elevato il dollaro americano, ma rendono qualsiasi tipo di scambio di materie prime più costoso”, ha affermato l’analista di PVM Oil John Evans. disse.

Annuncio di terze parti Non è un’offerta o una raccomandazione da parte di Investing.com. Vedi informativa Qui oro
rimuovere gli annunci
.

Gli Stati Uniti ritengono che i negoziati su un cessate il fuoco a Gaza dovrebbero essere in grado di colmare il divario tra Israele e Hamas. Il direttore della Central Intelligence Agency statunitense Bill Burns si recherà in Israele mercoledì per colloqui con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e altri alti funzionari, ha detto a Reuters una fonte vicina alla questione.

Morgan Stanley (NYSE:) Gli analisti hanno affermato di vedere il rischio geopolitico per i prezzi del petrolio dissiparsi a causa dei timori di un’ulteriore escalation dei sussidi per il conflitto.

Anche le caute aspettative sui tagli alle forniture da parte dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio e dei suoi alleati (OPEC+) in vista della riunione politica del 1° giugno hanno pesato sui mercati.

Il vice primo ministro russo Alexander Novak ha dichiarato martedì che non ci sono state discussioni su un aumento della produzione di petrolio da parte dell’OPEC+.

Ciò è avvenuto dopo una precedente dichiarazione del giorno in cui aveva affermato che il gruppo aveva la possibilità di aumentare la produzione.

-

PREV VIDEO – Mobili, tavoli, divani… Stock del marchio Habitat, in liquidazione, venduti a prezzi
NEXT DIRETTO. Operazioni di lumache di “professioni umane”: cortei partiti da Lille, Vimy e Calais