Jeane Manson vittima di un infarto: cosa sappiamo sullo stato di salute della cantante, ricoverata a Lione

Jeane Manson vittima di un infarto: cosa sappiamo sullo stato di salute della cantante, ricoverata a Lione
Jeane Manson vittima di un infarto: cosa sappiamo sullo stato di salute della cantante, ricoverata a Lione
-

La cantante ed ex compagna di Richard Berry è stata vittima questo martedì 7 maggio di a “attacco di cuore” e resterà ricoverata in ospedale a Lione, dopo l’udienza di appello nel caso di diffamazione tra lei e la figlia dell’attore, Coline Berry-Rotjman.

Dopo un’udienza alla Corte d’appello di Lione, la cantante Jeane Manson è stata ricoverata in ospedale a Lione questo martedì 7 maggio a causa di un infarto, ha annunciato mercoledì il suo agente.

“La sua prognosi vitale non è più in pericolo. Tutto è stato preso in tempo”ha rassicurato l’agente all’AFP, precisando che Jeane Manson “Rimarrà ricoverato a Lione per alcuni giorni”.

Supportato in uno stato “critico”.

I vigili del fuoco hanno confermato il suo ricovero in tribunale martedì sera “dolore al petto”. La sua condizione era “critico”secondo l’agente dell’artista.

L’ex compagna americana di Richard Berry era uscita precipitosamente dall’aula la sera, visibilmente molto agitata, quando il suo avvocato doveva prendere la parola per il suo appello, ha osservato un giornalista dell’AFP.

La Corte d’appello di Lione ha riesaminato il caso tra Jeane Manson e Coline Berry-Rojtman. La sentenza è stata rinviata al 17 luglio.

Accusato di aver partecipato ad attentati

In un articolo pubblicato da Il mondo nel febbraio 2021, Coline Berry-Rojtman ha parlato delle violenze sessuali subite da minorenne nel 1984 e nel 1985 a casa di suo padre che allora viveva con Jeane Manson, accusata di aver partecipato a questi attacchi.

L’indagine aperta a Parigi contro l’attore accusato di incesto dalla figlia è stata archiviata il 31 agosto 2022 per prescrizione.

Jeane Manson aveva deciso di citare in giudizio la sua ex nuora per diffamazione davanti al tribunale di Aurillac, nel Cantal, dove vive parte dell’anno. Nell’aprile 2022 il tribunale ha condannato Coline Berry-Rojtman a una multa di 2.000 euro per diffamazione e 20 euro di risarcimento danni. La Corte d’appello di Riom (Puy-de-Dôme) ha confermato questa condanna nel dicembre 2022. Ma nel dicembre 2023, la Corte di cassazione ha annullato questa sentenza e ha rinviato il caso alla Corte d’appello di Lione.

-

PREV Cos’è la sindrome della malattia da tempo libero, questa malattia che colpisce un lavoratore su due in Belgio?
NEXT Hombourg-Haut: un centinaio di vigili del fuoco e 25 mezzi sono intervenuti per un’esercitazione su vasta scala