Agli ospedali nel sud di Gaza restano solo tre giorni di carburante

Agli ospedali nel sud di Gaza restano solo tre giorni di carburante
Agli ospedali nel sud di Gaza restano solo tre giorni di carburante
-

“Gli ospedali nel sud di Gaza hanno solo tre giorni di carburante, il che significa che potrebbero presto smettere di funzionare”scrive Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Il combustibile viene utilizzato principalmente per alimentare i generatori che forniscono agli ospedali l’elettricità necessaria per il loro funzionamento.

Uno dei tre ospedali di Rafah, Al-Najjar, non funziona più a causa dei combattimenti in corso nei suoi dintorni e l’operazione militare a Rafah”ha sottolineato il dottor Tedros.

“La chiusura del posto di frontiera continua a impedire alle Nazioni Unite di portare carburante. Senza carburante, tutte le operazioni umanitarie si fermeranno”avverte, aggiungendo che “La chiusura delle frontiere ostacola anche la consegna di aiuti umanitari a Gaza”.

Mercoledì l’esercito israeliano ha effettuato attacchi aerei mortali e operazioni “mirate” nella città di Rafah, all’estremità meridionale della Striscia di Gaza assediata e minacciata da una grande offensiva di terra.

Martedì l’esercito ha preso il controllo del valico di Rafah, strategico per il trasferimento degli aiuti umanitari, prima di chiuderlo, e ha continuato a bombardare la città.

Benjamin Netanyahu era determinato a lanciare un assalto via terra a Rafah

“In un momento in cui è urgentemente necessario espandere le operazioni umanitarie indebolite, l’operazione militare di Rafah limita ulteriormente la nostra capacità di raggiungere migliaia di persone che vivono in condizioni terribilisenza cibo, servizi igienico-sanitari, servizi sanitari e sicurezza adeguati.”afferma il Direttore Generale dell’OMS, prima di lanciare: “Tutto questo deve finire adesso”.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si è detto determinato a lanciare un assalto di terra contro Rafah, l’ultimo bastione israeliano di Hamas che ha giurato di annientare.

Hamas ha effettuato un attacco senza precedenti contro Israele il 7 ottobre 2023 da Gaza che ha provocato più di 1.170 morti, principalmente civili, secondo un rapporto dell’AFP basato su dati ufficiali.

La risposta israeliana è stata devastante: finora è costata la vita a 34.844 persone secondo Hamas, ha causato una catastrofe umanitaria con una situazione di carestia nel nord secondo l’ONU e una distruzione colossale.

-

PREV Morte di Claude Ducasse, figura emblematica di Valence d’Agen
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez