i piloti sono allarmati dall’arrivo di aerei autonomi che avrebbero bisogno di un solo essere umano ai comandi

i piloti sono allarmati dall’arrivo di aerei autonomi che avrebbero bisogno di un solo essere umano ai comandi
i piloti sono allarmati dall’arrivo di aerei autonomi che avrebbero bisogno di un solo essere umano ai comandi
-

I piloti vogliono assolutamente restare in coppia nella cabina di pilotaggio! La Giornata Mondiale dei Piloti, celebrata ogni 26 aprile fin dalla sua istituzione nel 2014, è stata un’occasione per la mobilitazione internazionale dei velisti. C’erano diverse decine di capitani e copiloti, davanti al terminal 2E di Roissy-Charles-de-Gaulle, a manifestare in alta uniforme, contro “il progetto guidato da Airbus e Dassault che vorrebbe che ci fosse un solo pilota ai comandi durante la fase di crociera di un volo”, spiega Karine Gély, presidente dell’Unione nazionale dei piloti di linea (SNPL France Alpa). Lo stesso giorno, in tutto il mondo, i sindacati dei piloti hanno invitato i propri membri a mobilitarsi per mantenere il principio del pilotaggio a due.

Si tratta del dispositivo denominato EMCO (Extended Minimum Crew Operations), che combina software all’avanguardia e intelligenza artificiale per pilotare un velivolo con equipaggio limitato a una sola persona, che ha dato fuoco alle polveri. “C’è urgenza perché Airbus è molto più avanti su questo argomento”, teme Thierry Oriol, portavoce della SNPL. Da parte sua, Airbus sottolinea che questo progresso tecnologico è solo intenzionale “migliorare la gestione dei tempi di riposo dei piloti” durante i voli a lungo raggio.

In pratica, l’obiettivo di Airbus sarebbe quello di consentire ai piloti che effettuano viaggi di diverse ore, come Parigi – Pointe-à-Pitre, di potersi alternare per riposarsi. Decollare “e l’atterraggio verrebbe fatto con due piloti, poi, durante il volo, uno dei due riposerà mentre l’altro resterà nella cabina di pilotaggio”spiega Véronique Damon, capitano dell’Airbus A220 e amministratrice di Air France.

Leggi anche | Articolo riservato ai nostri abbonati Airbus vola di record in record, mentre Boeing sprofonda in rosso

Aggiungi alle tue selezioni

Il desiderio di rendere gli aerei sempre più autonomi non è una novità. Per molti anni, “Airbus sta spingendo le tecnologie per rendere l’aereo capace di autogestire”, indichiamo dal numero uno al mondo in aeronautica. Nel 2020, il produttore di aerei franco-europeo ha annunciato di aver fatto atterrare con successo in modo autonomo un aereo widebody a lungo raggio A350-1000.

Per i sindacalisti dobbiamo agire senza indugio. All’inizio, Karine Gély ha detto: “Airbus si aspettava che il suo dispositivo EMCO fosse certificato dall’Agenzia dell’Unione Europea per la sicurezza aerea nel 2026.” Il via libera dell’autorità di regolamentazione è stato rinviato al 2027, indica il capo della SNPL.

Preoccupazioni per i collegamenti con le Indie Occidentali

Ti resta il 48,45% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.

-

PREV Multa di 400.000 euro richiesta alla SNCF
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez