Brigitte Macron e Peng Liyuan intensificano il loro stile per la loro visita al Quai d’Orsay

Brigitte Macron e Peng Liyuan intensificano il loro stile per la loro visita al Quai d’Orsay
Brigitte Macron e Peng Liyuan intensificano il loro stile per la loro visita al Quai d’Orsay
-

Sono ormai sette anni che Brigitte Macron continua a stupire per la sua facilità nello stabilire legami con ciascuna delle First Ladies che incontra. Così è stato ancora una volta, lunedì 6 maggio, quando la moglie di Emmanuel Macron è apparsa in collusione con la moglie del presidente cinese Xi Jinping, Peng Liyuan. Entrambi sono attualmente in visita di Stato in Francia.

Le due donne hanno visitato il museo del Quai d’Orsay e sono state viste ridere, ma anche tenersi sottobraccio e scambiarsi aneddoti personali. Forse Brigitte Macron ha raccontato a Peng Liyuan della memorabile serata tenuta in questo stesso luogo con Donald e Melania Trump, Angela Merkel e Justin Trudeau in occasione del centenario dell’Armistizio, nel 2018.

Il resto dopo questo annuncio

Classico, ma di classe

Per questa visita, Brigitte Macron ha optato per una gonna e una giacca rossa abbinata a décolleté con tacco in vernice nera. Uno stile molto classico per la First Lady, ma comunque chic ed elegante come sempre e che ben metteva in risalto l’outfit della sua ospite.

Il resto dopo questo annuncio

Peng Liyuan indossava un lungo abito bianco sormontato da un colletto azzurro cielo con un sontuoso mantello bianco che si era semplicemente appoggiato sulle spalle, come un mantello. Un outfit completato da piccole décolleté perlate che le donano una silhouette slanciata.

Le due donne si sono poi cambiate per partecipare alla cena di stato offerta all’Eliseo per celebrare i 60 anni di relazioni diplomatiche tra Parigi e Pechino. Un grande ricevimento che ha riunito politici, celebrità e grandi capi prima di una giornata sui Pirenei per i due capi di Stato e le loro consorti.

-

PREV Emmanuel e Brigitte Macron, ospiti di una cena di stato per Xi Jinping e Peng Liyuan, con Sophie Marceau e Jean-Michel Jarre
NEXT Dopo l’UNIL, la mobilitazione filo-palestinese si estende anche ad altre università svizzere – rts.ch