una moda, ma anche un business popolare

una moda, ma anche un business popolare
una moda, ma anche un business popolare
-

Con 750 volte più tatuatori rispetto a quarant’anni fa, il tatuaggio si è affermato nei nostri stili di vita, tanto che, anche in città come Limoges, i saloni crescono come funghi. Il tatuaggio, un nuovo El Dorado economico, oppure il mercato sta raggiungendo la saturazione per una professione dai quadri poco definiti?

Se è difficile trovare cifre precise, le stime sui tatuaggi oggi in Francia sono da capogiro. Quasi 750 volte più tatuatori rispetto a quarant’anni fa, cento volte più saloni rispetto a trent’anni fa e quasi un francese su cinque è tatuato.

Limoges non sfugge al fenomeno, con quasi quaranta saloni elencati, contro meno di dieci A girando Di millennio…




durata del video: 00h03mn30s

Con 750 volte più tatuatori rispetto a quarant’anni fa, il tatuaggio si è affermato nei nostri stili di vita, tanto che, anche in città come Limoges, i saloni crescono come funghi. Il tatuaggio, un nuovo El Dorado economico, oppure il mercato sta raggiungendo la saturazione per una professione dai quadri poco definiti?



©Jean-Martial Jonquard- André Abalo – Antonio Dos Santos – France Télévisions – Francia 3 Limosino

“Il fatto che li vediamo sempre più regolarmente, su Instagram, nei nostri feed di notizie, penso che sia più una cosa un po’ mistica che solo i ribelli hanno fatto nel loro angolo,”analizza Ludivine, tatuatrice a Limoges da otto anni.

Per Alexandre, in arte “Alex KH”, tatuatore da oltre 10 anni, “con tutto quello che c’è in televisione, i programmi di tatuaggi e le persone che si fanno tatuare, fa venire voglia ai giovani, e almeno ai giovani perché ci sono alcuni che si convertono dopo, ma che dicono: “Mi guadagno un bel po'” vita’.

>>

Alexandre, in arte “Alex KH”, tatuatore da oltre 10 anni

© André Abalo – France Télévisions

Ci diciamo che va bene, ma non ci rendiamo conto che quello che abbiamo tra le mani non è il nostro stipendio.

Ludivine

Tatuatore a Limoges da 8 anni

Secondo il modello di business, un salone medio, soprattutto se tatua a catena, potrebbe, in teoria, generare dai 5 ai 15.000 euro di reddito lordo mensile. Senza raggiungere tali importi, e rifiutando il massacro, ne fanno solo uno o due al giorno, molti tatuatori di Limougeaud ammettono di vivere, o sopravvivere, grazie alla loro passione.

Ludivine specifica che durante l’installazione, “ci diciamo che è bello, ma non ci rendiamo conto che quello che abbiamo tra le mani non è il nostro stipendio. Dobbiamo detrarre tutto ciò che è un onere, sia quello fisso che quello sociale. E una volta sommati, diciamo a noi stessi: va bene vivere, ma una vita tranquilla.”

>
>

Ludivine, tatuatrice a Limoges da 8 anni

© André Abalo – France Télévisions

“È questo il nuovo posto per fare soldi? No, ma è un modo per esprimersi e fare un lavoro in cui puoi dire a te stesso, non lavoro per vivere, ma vivo per lavorare”, considera, dal canto suo, Duncan aka “Dudu”, tatuatore a Limoges da 2 anni.

>
>

Figure tatuate in Francia nel 2024.

© France Télévisions

Soprattutto perché diventare tatuatore non è così complicato. Imparare per i più motivati, un certificato di formazione in materia di igiene e sanità, il materiale di base, una premessa standard, iscrizione all’ARS, e per un minimo di 2.000-5.000 euro quasi tutti possono pretendere di esercitare.

>
>

Ma anche a fronte di una domanda crescente, questa pletora di offerta non porterebbe alla saturazione del mercato?

© André Abalo – France Télévisions

Ma anche di fronte alla crescente domanda, Questa offerta pletorica non porterebbe a qualcosa alla saturazione del mercato? Risposta da Duncan alias “Dudu”, “stranamente trovo che tutti stiano bene (…) non sembra esserci gente che fa fatica a lavorare”.

Infine, di fronte a questo afflusso di nuovi tatuatori, che dire dei controlli, della formazione e dello status, nel peggiore dei casi inesistente, Meglio sbagliato definito ?

“Non abbiamo davvero uno status quindi è piuttosto complicato in termini di legge avere qualcosa riconosciuto in termini di tatuaggi, quindi per me non è abbastanza regolamentato”conclude Alexandre.

>
>

“Chi nasce per il business gestirà meglio l’aspetto economico rispetto a chi ha la passione, ma non le conoscenze. Quindi ci sarà un cambiamento nel mondo del tatuaggio”, analizza Francesco, tatuatore di Limoges.

© André Abalo – France Télévisions

Arte o affari, il tatuaggio dovrà scegliere. “Chi nasce per il business, gestirà meglio l’aspetto economico rispetto a chi ha la passione, ma non la conoscenza. Quindi ci sarà un cambiamento nel mondo del tatuaggio, non un declino, ma cambierà molto, pensa Francesco alias “Dizer”, tatuatore da oltre sette anni.

>
>

Molti tatuatori di Limougeaud ammettono di vivere o sopravvivere grazie alla loro passione.

© André Abalo – France Télévisions

Niente di cui preoccuparsi per ora, ma età D’oro delle tatuatori Potevo Presto svanire.

-

PREV Netflix: questo film è così brutto che anche i suoi attori volevano che fallisse al botteghino – Cinema News
NEXT “Spero vivamente che questa sera la stagione sia alle nostre spalle”, ha dichiarato Cyril Courtin, presidente dell’US Orléans Football.