Trump chiede un ritardo nel caso dei documenti riservati, affermando che i pubblici ministeri hanno gestito male le prove

Trump chiede un ritardo nel caso dei documenti riservati, affermando che i pubblici ministeri hanno gestito male le prove
Trump chiede un ritardo nel caso dei documenti riservati, affermando che i pubblici ministeri hanno gestito male le prove
-

CNN

Gli avvocati di Donald Trump hanno trovato una nuova ragione per cercare di ritardare il caso dei documenti riservati: alcuni dei documenti trovati nelle scatole di Mar-a-Lago sono diventati fuori servizio da quando gli agenti dell’FBI li hanno sequestrati due anni fa.

Lunedì gli avvocati di Trump hanno indicato in una dichiarazione che anche lo spostamento di documenti all’interno di scatole come prove potrebbe essere motivo per l’archiviazione del caso. Hanno detto che presenteranno una mozione di archiviazione se l’accusa “non riuscirà a dimostrare in modo affidabile come ha sequestrato e gestito le prove chiave del caso, che sarà una questione centrale in qualsiasi processo”.

Lunedì, in un breve ordine, il giudice federale Aileen Cannon ha sospeso la scadenza che gli imputati avevano di fronte questa settimana per alcune divulgazioni preliminari al processo e ha detto che ci sarebbe stato un ordine successivo che reimpostava le scadenze preliminari e le udienze. L’ordinanza non forniva ulteriori spiegazioni.

L’ufficio del procuratore speciale Jack Smith ha riconosciuto in una recente dichiarazione del tribunale che, almeno in alcune delle scatole ottenute nella perquisizione di Mar-a-Lago, i documenti sono ora in un ordine diverso all’interno di ciascuna scatola rispetto a quando il Dipartimento di Giustizia ne prese in custodia per la prima volta. le scatole.

“Il presidente Trump e i suoi avvocati sono profondamente turbati nell’apprendere questi fatti circa 11 mesi dopo la presentazione delle accuse in questo caso”, hanno scritto gli avvocati di Trump nel documento. Le rivelazioni dell’ufficio di Smith “sollevano interrogativi sull’indagine e sulla gestione delle prove che devono essere affrontate prima che la questione proceda”.

Trump è stato accusato di aver gestito male le informazioni sulla difesa nazionale dopo che nell’agosto 2022 l’FBI ha sequestrato scatole dalla tenuta della Florida che contenevano documenti con segni classificati mescolati con altri documenti ed effetti personali dell’ex presidente. Trump e i suoi coimputati si sono dichiarati non colpevoli.

I pubblici ministeri hanno notato nella loro dichiarazione in tribunale che le scatole sono state oggetto di diverse revisioni, inclusa quella richiesta da Trump. Cannon ha nominato un maestro speciale presso l’ufficio di Trump nel 2022 per esaminare i sedicesimi documenti e determinare cosa dovrebbe essere nascosto agli investigatori a causa di problemi di privilegio.

L’ordine dei documenti potrebbe diventare fondamentale per la difesa di Trump e dei suoi coimputati. Per ora, gli avvocati della difesa chiedono ritardi, sostenendo che la rivelazione ha interrotto i preparativi del processo.

Nella documentazione di lunedì, gli avvocati di Trump affermano di aver fatto affidamento sull’ordine del materiale classificato all’interno delle scatole quando le hanno esaminate come parte del processo di scoperta. A quel punto, gli avvocati affermano che il materiale riservato è stato “sepolto nelle scatole”, il che, secondo loro, potrebbe aiutare a scagionare Trump da qualsiasi illecito.

Gli avvocati affermano inoltre che “era nostra comprensione” che materiale riservato fosse stato trovato accanto a elementi che “fornivano un contesto favorevole” nel momento in cui il documento era stato messo nella scatola, secondo il documento.

Quando le scatole furono sequestrate per la prima volta nel 2022, furono esaminate per verificare la presenza di materiali privilegiati da un team di avvocati del Dipartimento di Giustizia separati dalla squadra investigativa. Quindi, nell’ambito di un’altra analisi da parte degli investigatori, i documenti classificati all’interno delle scatole furono rimossi e scambiati con un foglio segnaposto. E come parte dello speciale processo master ordinato da Cannon, il contenuto delle scatole è stato scansionato in modo da poter creare inventari del loro contenuto.

La dichiarazione dei pubblici ministeri afferma che i documenti e i fogli segnaposto sono rimasti nelle scatole in cui sono stati trovati, ma che “ci sono alcune scatole in cui l’ordine degli elementi all’interno di quella scatola non è lo stesso delle scansioni associate”.

I pubblici ministeri hanno riconosciuto la discrepanza in risposta a una richiesta della settimana scorsa da parte del co-imputato di Trump, Walt Nauta, di posticipare alcune scadenze istruttorie.

Agli imputati era stato richiesto di comunicare alla corte entro giovedì quali materiali riservati intendevano utilizzare come parte della loro difesa, ma Nauta e Trump hanno sostenuto che non potevano rispettare tale scadenza a causa del problema delle prove.

Nauta ha precedentemente sostenuto che i pubblici ministeri non hanno sufficientemente dimostrato che le scatole che è accusato di aver spostato da un magazzino di Mar-a-Lago contenessero i documenti classificati ricercati dagli investigatori in un mandato di comparizione del maggio 2022.

L’avvocato speciale Smith ha sostenuto che la capacità di Nauta di rispettare la scadenza di questa settimana – che Cannon ha poi rimosso – non dovrebbe essere influenzata dal fatto che alcuni documenti siano caduti fuori ordine all’interno di ciascuna scatola.

Un portavoce dell’ufficio di Smith ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori sviluppi.

-

PREV Sedici feriti nell’incidente che ha coinvolto un pulmino della polizia: svolta illegale e rischiosa da parte del poliziotto al volante (video)
NEXT Le Nazioni Unite istituiscono una giornata di commemorazione del genocidio di Srebrenica, castigato dai serbi