Tokyo si affida alla speranza di una Fed allentata

Tokyo si affida alla speranza di una Fed allentata
Tokyo si affida alla speranza di una Fed allentata
-

Tokyo (awp/afp) – Dopo aver osservato lunedì un giorno festivo in Giappone, la Borsa di Tokyo martedì mattina ha registrato un forte rialzo, sostenuta come Wall Street il giorno prima dal ritorno delle speranze di un taglio dei tassi da parte della Federal Reserve americana (Fed ) Quest’anno.

L’indice di punta Nikkei ha guadagnato l’1,06% a 38.642,27 punti intorno alle 00:50 GMT, ma l’indice più ampio Topix ha registrato un progresso più modesto (+0,18% a 2.733,52 punti).

Gli ultimi dati mensili sull’occupazione statunitense, pubblicati alla fine della scorsa settimana, hanno mostrato un rallentamento del mercato del lavoro negli Stati Uniti, che è ciò che la Fed sta cercando per rallentare l’economia e l’inflazione.

I commenti ottimistici di lunedì da parte di diversi membri della Fed hanno inoltre rafforzato le speculazioni su una prima riduzione dei tassi di riferimento a settembre.

Tecnologia in forma

I titoli tecnologici giapponesi sono quelli che hanno beneficiato maggiormente della nuova ventata di ottimismo intorno alla Fed: nel settore dei semiconduttori, Tokyo Electron è balzata del 4,31% intorno alle 00:50 GMT, mentre il colosso giapponese degli investimenti in nuove tecnologie, SoftBank Group, ha guadagnato il 2,11%.

Petrolio in rialzo

Il dollaro è rimasto quasi stabile rispetto allo yen, ad un tasso di un dollaro per 153,97 yen intorno alle 00:45 GMT rispetto ai 153,92 yen di lunedì alle 21:00 GMT.

La moneta europea è salita a 165,90 yen contro 165,76 yen del giorno prima, ma il suo prezzo contro il biglietto verde è rimasto pressoché invariato, a un euro per 1,0772 dollari contro 1,0769 dollari lunedì alle 21:00 GMT.

Il prezzo del petrolio è salito, sensibile alle tensioni ancora altissime in Medio Oriente, mentre Israele porta avanti intensi attacchi a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, e respinge una proposta di tregua con il movimento islamista palestinese Hamas. Intorno alle 00:40 GMT il barile del WTI americano ha guadagnato lo 0,61% a 78,96 dollari, quello del Brent del Mare del Nord dello 0,54% a 83,78 dollari.

etb/juf

-

PREV In diretta da SantExpo | Careside: la nuova piattaforma di orchestrazione del percorso sanitario
NEXT Terza giornata uggiosa per gli azzurri