Besançon. Incendio in zona Temis: la pista criminale privilegiata

Besançon. Incendio in zona Temis: la pista criminale privilegiata
Descriptive text here
-

Acceleratori di combustione

Di dimensioni impressionanti, l’incendio ha mobilitato una cinquantina di vigili del fuoco nella notte tra domenica e lunedì.

Per prevenire la diffusione sono state dispiegate in totale sei manichette antincendio.

Il pennacchio di fumo generato dall’incendio è stato avvistato a decine di chilometri di distanza, in tutto il settore della Grande Besançon. Abbastanza per infiammare i social network.

Lunedì mattina i vigili del fuoco erano ancora sul posto per neutralizzare l’incendio ed evitare che l’incendio riprendesse.

Gli inquirenti cercheranno di capire le cause del disastro. Il caso è stato affidato al servizio di polizia giudiziaria locale (SLPJ) di Besançon e hanno mobilitato gli agenti della polizia scientifica.

“Gli investigatori effettueranno delle indagini per individuare eventuali tracce di acceleratori di combustione”, indica Christophe Touris, capo dell’SLPJ di Besançon. Lunedì sera nessuna ipotesi è stata esclusa. Ma, visti i primi elementi raccolti sul posto, la polizia propenderebbe per l’ipotesi di un incendio provocato intenzionalmente.

Presentare denuncia

I rappresentanti della società di Besançon Aktya Immobilier d’entreprises, di cui è presidente il sindaco di Besançon, dovranno sporgere denuncia questo lunedì. “Incoraggiamo anche la società che ha condotto il progetto di demolizione dell’edificio a presentare un reclamo”, aggiunge Bernard Bletton, vicedirettore generale di Aktya.

Con una superficie di circa 1.500 m², gli uffici di Aktya a Temis erano in fase di decostruzione, prima che sullo stesso terreno sorgesse un nuovo edificio di 3.000 m².

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

Cliccando su ” Accetto “verranno inseriti cookie e altri tracker e sarai in grado di visualizzare i contenuti (maggiori informazioni).

Cliccando su “Accetto tutti i cookie”autorizzi la memorizzazione di cookie e altri tracker per la memorizzazione dei tuoi dati sui nostri siti e applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento consultando la nostra politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte


Accetto
Accetto tutti i cookie

” Un soffio “

Il giorno dopo l’incendio, il direttore di Aktya non nasconde la sua desolazione: “È un duro colpo”, nota Bernard Bletton. “Eravamo orgogliosi di questo progetto che puntava sul riutilizzo dei materiali. Ma ci metteremo rapidamente al lavoro per riavviare i lavori di costruzione dei nostri futuri locali. »

Prima di ciò, resta da vedere quali lezioni si trarranno dalle indagini e dalle valutazioni assicurative.

-

PREV Minamino e Ben Yedder nella squadra tipo della 32esima giornata
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez