Colori per vedere il mondo in modo diverso

Colori per vedere il mondo in modo diverso
Colori per vedere il mondo in modo diverso
-

Oggi, 6 maggio, è la Giornata mondiale della colorazione. Molto popolare, colorare è un’attività fondamentale per i bambini, fin dalla tenera età. Qual è l’origine di questa giornata, qual è l’importanza della colorazione e i suoi benefici? Ti diciamo tutto.

La Giornata Mondiale della Colorazione si celebra ogni anno il 6 maggio. È una giornata che incoraggia la creatività e l’espressione artistica attraverso la colorazione, sia per bambini che per adulti. È anche un’occasione per sensibilizzare sull’importanza del gioco e dell’arte nello sviluppo dei bambini, offrendo allo stesso tempo un’attività rilassante per gli adulti. Puoi partecipare colorando libri, disegni o mandala, da solo o in gruppo, a casa, a scuola o nei centri comunitari. Questa giornata è anche un’opportunità per condividere le tue creazioni sui social network per ispirare altre persone a partecipare.

Le sue origini

La Giornata mondiale della colorazione proviene dall’azienda tedesca Staedtler, produttore leader di articoli per scrivere, disegnare e colorare. Ha avviato questo evento per promuovere la creatività e il divertimento nel colorare, incoraggiando le persone di tutte le età a impegnarsi in attività artistiche. La prima celebrazione ha avuto luogo il 6 maggio 2008 e da allora è diventata annuale e guadagnando popolarità in tutto il mondo.

L’idea è quella di evidenziare i benefici della colorazione per lo sviluppo cognitivo dei bambini ma anche per il benessere degli adulti come attività rilassante e rasserenante. Ha lo scopo di riunire persone provenienti da tutto il mondo per celebrare l’arte, il gioco e la creatività. Per celebrare questa giornata, molte attività vengono organizzate nelle scuole, nelle biblioteche, nei centri comunitari e anche online, per incoraggiare la condivisione dell’arte e del colorare.

Perché è consigliato ai bambini?

La colorazione è consigliata ai bambini per diversi motivi legati al loro sviluppo fisico, cognitivo ed emotivo. Ecco alcuni dei principali vantaggi, incluso il fatto che la colorazione richiede movimenti precisi delle dita, del polso e della mano.

Questo aiuta i bambini a sviluppare le capacità motorie, essenziali per attività come scrivere, tagliare o abbottonare. In secondo luogo, quando i bambini colorano, devono coordinare i loro movimenti per rimanere all’interno delle linee, il che migliora la coordinazione occhio-mano.

La colorazione richiede attenzione e concentrazione, che possono aiutare i bambini a migliorare nel tempo. La colorazione può anche aiutare i bambini a imparare e riconoscere diversi colori e acquisire familiarità con forme e motivi. Permette ai bambini di esprimere la propria creatività e prendere decisioni su colori e motivi. Può stimolare l’immaginazione e incoraggiare l’espressione di sé.

Come per gli adulti, colorare può essere un’attività calmante per i bambini. Questo può aiutarli a gestire lo stress o l’ansia, dando loro la possibilità di rilassarsi e concentrarsi su un compito piacevole. Completare un disegno richiede tempo e pazienza. Questo può aiutare i bambini ad imparare la perseveranza e la soddisfazione in un lavoro ben fatto.

Il primo disegno al mondo

Il primo disegno o opera d’arte realizzata dall’essere umano risale a tempi molto antichi. Le tracce d’arte o di disegno più antiche di cui siamo a conoscenza provengono da pitture rupestri e incisioni rupestri, che risalgono al Paleolitico superiore, circa 40.000-50.000 anni fa.

Uno degli esempi più famosi di queste prime opere d’arte si trova nella grotta di Lascaux in Francia, dove i dipinti murali raffigurano animali, figure umane e simboli astratti. Queste opere d’arte furono create circa 17.000 anni fa. Altri siti preistorici, come la grotta Chauvet, sempre in Francia, hanno più di 30.000 anni e contengono pitture rupestri estremamente ben conservate raffiguranti animali come leoni, cavalli e rinoceronti.

Oltre alle pitture rupestri troviamo anche incisioni su oggetti come pietre, ossa o conchiglie, che potrebbero essere anche più antichi. Ad esempio, le incisioni su frammenti di ossa o conchiglie rinvenute in Africa o nel sud-est asiatico possono risalire a decine di migliaia di anni fa. Quindi, anche se è difficile determinare esattamente quale sia stato il primo disegno o opera d’arte, queste scoperte dimostrano che l’arte è stata una parte importante della cultura umana fin dalla preistoria.

Questa settimana ti invitiamo a colorare i disegni sulla pagina.

-

PREV Reti sociali | Il CAQ modera la proposta sulla maggioranza digitale
NEXT Migliaia di polli soffocati o schiacciati in un incidente con un camion, il sindaco mette in dubbio “maltrattamenti sugli animali”