Nessuna tregua per i costruttori di PC poiché si prevede che l’impennata dei prezzi dei metalli avrà un impatto sui costi dei componenti

Nessuna tregua per i costruttori di PC poiché si prevede che l’impennata dei prezzi dei metalli avrà un impatto sui costi dei componenti
Nessuna tregua per i costruttori di PC poiché si prevede che l’impennata dei prezzi dei metalli avrà un impatto sui costi dei componenti
-

Preparati all’aumento dei prezzi dei PC

Perché questo è importante: Se stai rimandando l’aggiornamento del tuo PC o l’acquisto di un nuovo laptop, potresti voler premere il grilletto il prima possibile. I prezzi della tecnologia stanno aumentando, grazie in gran parte all’aumento dei costi dei metalli preziosi e di altre materie prime utilizzate nella produzione elettronica.

La tempesta perfetta di fattori cospira per rendere i nostri amati gadget più costosi. Il prezzo del rame è stato il vero shock, passando da circa 5.000 dollari per tonnellata nel 2020 agli 8.300 dollari di oggi, secondo un rapporto di DigiTimes. Con il cablaggio in rame utilizzato praticamente in tutti i dispositivi elettronici, questo picco è destinato a riversarsi anche sui consumatori.

Questo aumento sta già incidendo su alcuni fornitori. Diverse aziende cinesi di semiconduttori hanno recentemente informato i clienti che avrebbero immediatamente aumentato i prezzi dal 10% al 20% per tenere conto dell’inflazione materiale. Aziende come gli esperti di protezione delle batterie ICM, i progettisti di circuiti Yaxin e società di test come HaloChip e Chiplink stanno tutte trasferendo questi costi più elevati.

Potresti non aver sentito parlare di queste società, ma forniscono componenti cruciali ad alcuni dei più grandi nomi – Intel, Broadcom, Texas Instruments e altri – il che significa che gli aumenti dei prezzi finiranno per avere un impatto sull’intera catena di approvvigionamento.

Non è solo una questione di rame. Anche i metalli preziosi come l’oro stanno diventando sempre più costosi per i produttori. Tra questo e l’enorme domanda di hardware AI come GPU e storage, ogni pezzo del puzzle elettronico è sotto pressione sui prezzi.

A peggiorare le cose, Western Digital ha avvertito il mese scorso di un immediato aumento dei prezzi per i prodotti di storage in questo trimestre a causa della forte domanda. E gli analisti prevedono che i prezzi degli SSD dei clienti potrebbero registrare aumenti a due cifre solo nel secondo trimestre del 2024, dopo essere aumentati nel primo trimestre. Anche se si prevede che le DRAM diventeranno del 10-15% più costose per PC e server, l’aumento dei costi pone sfide agli OEM e alle società di aggiornamento.

Anche se queste precedenti proiezioni di aumento dei prezzi potrebbero non essere direttamente collegate alla crisi dei metalli, questi costi in aumento, insieme alla maggiore spesa per componenti dovuta all’inflazione dei materiali, significano che costruttori e fabbricanti di PC sono bloccati tra l’incudine e il martello.

La situazione ricorda la mania dei prezzi delle GPU durante il boom delle criptovalute e gli anni della pandemia. Ma a differenza di questi fenomeni relativamente a breve termine, questa crisi dei materiali potrebbe durare più a lungo. L’appetito per l’hardware AI è in continua crescita, esercitando una pressione ancora maggiore su forniture già scarse.

Testata di credito

-

PREV Cannes 2024: un sopravvissuto all’attentato del 7 ottobre rende omaggio agli ostaggi israeliani
NEXT Lotta contro gli incendi boschivi: il Marocco riceve il suo settimo Canadair