I prezzi dei mirtilli egiziani sono diminuiti del 50% rispetto alla scorsa stagione

I prezzi dei mirtilli egiziani sono diminuiti del 50% rispetto alla scorsa stagione
I prezzi dei mirtilli egiziani sono diminuiti del 50% rispetto alla scorsa stagione
-

La stagione dei mirtilli egiziani sta volgendo al termine. È stata caratterizzata da un calo dei prezzi, ma le rese e i calibri migliorano verso la fine della stagione, secondo Karim Fayed, direttore operativo della Fayed Agricultural Development Company (FATA).

Fayed afferma: “Finiremo l’attuale stagione 2024 tra poche settimane. Il finale della campagna è molto buono in termini di risultati e calibro, il che dovrebbe aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi. Quest’anno il clima egiziano è stato irregolare, il che significa che la pianta si è comportata in modo diverso a seconda del clima. Abbiamo avuto qualche ondata di freddo e qualche caldo intenso di oltre 40 gradi, che si è verificato durante la raccolta, con conseguenti cicli di frutta e raccolta irregolari. Le condizioni meteorologiche rappresentano la nostra sfida più grande, insieme agli ingenti investimenti di capitale richiesti per le nuove piantagioni. »

La stagione ha visto un aumento delle aree coltivate, riflettendo l’attrattiva del settore, aggiunge Fayed: “L’area dedicata ai mirtilli in Egitto è generalmente in aumento, e rapidamente. Stiamo già vedendo nuovi coltivatori arrivare in Egitto con alcune delle varietà più esclusive, inserendo il Paese nella mappa dei produttori di mirtilli. Il prodotto sta suscitando molto interesse, sia a livello nazionale da parte delle aziende agricole che a livello internazionale da parte di rivenditori, commercianti e allevatori. »

Secondo Fayed, i mercati asiatici e mediorientali sono attualmente la destinazione principale dei mirtilli egiziani. “Questi mercati rappresentano un fattore importante per la produzione di mirtilli egiziani destinati all’esportazione, grazie alla possibilità di trasportare piccoli volumi più volte alla settimana per via aerea. Attualmente vendiamo settimanalmente in molti paesi asiatici tramite trasporto aereo. »

“Segue il mercato europeo, ma con l’arrivo della Spagna all’inizio dell’anno è diventato rapidamente molto competitivo e con le nostre dimensioni attuali inviamo solo piccoli volumi per via aerea due volte a settimana, il che significa che il nostro prezzo non è competitivo con quelli di grandi dimensioni. Volumi spagnoli. »

I prezzi dei mirtilli egiziani sono diminuiti rispetto alla scorsa stagione, ma secondo Fayed non c’è motivo di preoccuparsi. Spiega: “Quest’anno i prezzi all’esportazione sono in media inferiori del 40-50% rispetto allo scorso anno, ma riteniamo che i prezzi di quest’anno riflettano accuratamente il mercato. I prezzi elevati dello scorso anno sono stati dovuti esclusivamente alle dure condizioni meteorologiche in Marocco, che hanno avuto un impatto sui volumi e hanno quindi lasciato un grande divario sul mercato. »

Di fronte alla forte concorrenza del Marocco, che si è affermato sui mercati ben prima dell’Egitto, e all’emergere della produzione di mirtilli nei paesi del Golfo come l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti, Fayed rimane ottimista. Conclude: “Penso che ci sia spazio per tutti questi Paesi. La stagionalità è simile, ma i mirtilli stanno diventando sempre più popolari e la domanda è in aumento. Inoltre, i mirtilli iniziano a essere consumati in modi diversi e possono essere trovati nel piatto di tutti i pasti quotidiani, nell’insalata, nello yogurt, nei succhi, nel dessert o semplicemente come spuntino in ufficio. »

Per maggiori informazioni :
Karim Faed
Fayed Società per lo sviluppo agricolo (FATA)
Come. : +201001499959
[email protected]
www.fata.com.eg

-

PREV Domani a Vincennes
NEXT Ligue 1 (ottava giornata play-off): secondo posto in vista