Una donna cade dalla zipline nelle Alpi e si schianta in un bosco 20 metri più in basso

Una donna cade dalla zipline nelle Alpi e si schianta in un bosco 20 metri più in basso
Una donna cade dalla zipline nelle Alpi e si schianta in un bosco 20 metri più in basso
-

l’essenziale
Domenica sulle Alpi italiane si è verificato un tragico incidente: una donna di 41 anni che si trovava su una teleferica è caduta poco prima di raggiungere la sua destinazione. È morta sul colpo.

Come è potuto accadere l’incidente? Il mistero rimane irrisolto nelle Alpi italiane. Una donna di 41 anni è morta durante un percorso zipline. Mentre sorvolava un bosco, nella valle del Bitto tra due paesi, non era più trattenuta dal cavo d’acciaio al quale era appesa sopra un bosco. Poco prima di raggiungere la sua destinazione, è caduta e si è schiantata 20 metri più in basso.

Quando i soccorsi sono arrivati ​​al centro sportivo aereo Fly Emotion di Albaredo per San Marco, vicino al Lago di Como, purtroppo per Ghizlane era troppo tardi. Le sue ferite erano troppo gravi. È morta sul luogo dell’incidente.

Per il momento non si conoscono le cause dell’incidente. Perché si è staccata la cintura di sicurezza che fissava il passeggero al cavo d’acciaio? Su questa teleferica che raggiunge i 120 km/h i passeggeri sono in posizione orizzontale. Sembra che prima di cadere la vittima si trovasse in posizione perpendicolare, assicura la RAI.

Secondo i primi accertamenti, l’imbracatura che teneva sospesa la quarantenne non è caduta con lei nel vuoto. La Procura di Sondrio ha fatto sequestrare dai carabinieri l’attrezzatura di cui era dotata la vittima. Sul corpo della vittima verrà effettuata l’autopsia.

La vittima era un marocchino residente in Italia da diversi anni. Sposata, non aveva figli. Era venuta per divertirsi con diversi membri della sua famiglia, comprese le sue due nipoti.

-

PREV seguono il giorno dell’addio dei marsigliesi al loro ex sindaco
NEXT La piccolezza che libera il cuore umano dal demone dell’orgoglio