Amine ottiene tre anni di carcere per tentato omicidio a Mons: “La vittima sono io”, ripete in tribunale

Amine ottiene tre anni di carcere per tentato omicidio a Mons: “La vittima sono io”, ripete in tribunale
Descriptive text here
-

Il 23 giugno 2023 è scoppiata una rissa nella zona della stazione di Mons. Un uomo viene brutalmente accoltellato più volte. Viene portato in ospedale in condizioni critiche. Senza cure immediate, è passato sull’altra sponda.

L’autore dell’accoltellamento si è dato alla fuga. Amine è stata arrestata il 21 agosto 2023 dalla Questura di Mons. È proprio lui quest’uomo vestito con una maglietta bianca, visto nelle immagini riprese dalle telecamere urbane.

Un coltello

Questi sono stati scrupolosamente analizzati dagli inquirenti. . Vediamo due uomini seduti su un muretto. Uno indossa una maglietta blu e l’altro indossa una maglietta bianca. Arrivano altri due uomini, uno dei quali indossa una maglietta nera. C’è una discussione tra l’uomo in bianco e l’uomo in nero. Quest’ultimo mostra un coltello e appare minaccioso.

I campioni del ciclismo Mario Cipollini e Johan Museeuw saranno presenti il ​​prossimo fine settimana a Boussu

Il coltello cade e l’uomo vestito di bianco lo afferra. Trafigge più volte il suo avversario e fugge, avendo cura di liberarsi dell’arma. È stato trovato, coperto di sangue, sotto un’auto. È dotato di una lama di quindici centimetri.

Chiede ai giudici di guardare i video

Per il tribunale Amine è infatti l’autore del tentato omicidio e viene condannato a cinque anni, con la pena sospesa a cinque anni per qualsiasi cosa eccedente i tre anni di reclusione. I tre giudici non accettano la scusa della provocazione addotta da Me Ronveau. Invece di afferrare l’arma, Amine ha avuto il tempo di fuggire.

Il detenuto, l’algerino che non parla bene il francese, non capisce. Sta supplicando la corte di guardare il filmato e di riprodurlo in tribunale. “Sono la vittima“, lui piange. Il tribunale lo informa che ha trenta giorni di tempo per ricorrere in appello, se non è soddisfatto della decisione resa.

Cantiere stazione di Mons: “siamo ora nella fase di sviluppo per consentire una messa in servizio ottimale”

Gli altri due uomini, Ayman e Mustafa, sono stati condannati a un anno e sei mesi di carcere in contumacia, per minacce e possesso di armi. Secondo Amine, uno di loro è detenuto nella regione di Lione.

Amine resta detenuta nel carcere di Mons.

-

PREV Sono tornati i bruchi processionaria: come reagire se li vedi e cosa fare se ne sei stato in contatto?
NEXT Giornata internazionale degli obiettori di coscienza: 15 maggio 2024