Giornata informativa sulla transizione ecologica della mobilità

Giornata informativa sulla transizione ecologica della mobilità
Giornata informativa sulla transizione ecologica della mobilità
-

Il 15 maggio 2024 presso il Centro Internazionale per le Tecnologie Ambientali di Tunisi (CITET) sarà organizzata una giornata informativa sul Progetto a sostegno della transizione ecologica dell’industria della mobilità “PATE-IM”.

Con l’obiettivo di “spingere le aziende verso un futuro sostenibile, riducendo la loro impronta di carbonio e rafforzando al tempo stesso il loro impatto sociale positivo”, questo evento si svolge su iniziativa di CITET in collaborazione con i suoi partner, l’Istituto per la responsabilità sociale delle imprese in Tunisia (IRSET), il Global Compact Network Tunisia (RPMT), il Gruppo tunisino delle industrie aeronautiche e spaziali (GITAS), il Cluster delle industrie elettroniche (ELENTICA) e il Cluster mecatronico Tunisia (CMT).

La giornata riunirà esperti in CSR e impronta di carbonio, rappresentanti delle PMI e presenterà testimonianze di aziende tunisine, con l’obiettivo di promuovere l’integrazione delle questioni sociali e ambientali nei settori aeronautico ed elettronico in Tunisia, attraverso il rafforzamento delle capacità nazionali e sostegno alle aziende di questi settori in termini di transizione ecologica attraverso l’implementazione di un approccio di responsabilità sociale d’impresa e la valutazione dell’impronta di carbonio di prodotti e organizzazioni.

Questa iniziativa è sostenuta dall’Iniziativa Speciale “Occupazione dignitosa per una transizione giusta” attraverso il progetto “Partenariati per l’occupazione e il sostegno alle piccole e medie imprese in Tunisia II” commissionato dal Ministero federale tedesco della cooperazione e dello sviluppo economico (BMZ). e implementato da GIZ Tunisia in stretta collaborazione con il Ministero tunisino dell’Industria, delle Miniere e dell’Energia.

Con TAP

-

PREV “Il prete ci ha messo fumo e specchi negli occhi”, come una famiglia è stata ingannata fino a non vedere l’orrore
NEXT Il forte dollaro di Hong Kong pesa sulla spesa turistica, afferma il capo delle finanze Paul Chan