Giornata perfetta per Verstappen a Miami: vittoria nella gara sprint e pole position per il Gran Premio (Stroll 11°)

Giornata perfetta per Verstappen a Miami: vittoria nella gara sprint e pole position per il Gran Premio (Stroll 11°)
Giornata perfetta per Verstappen a Miami: vittoria nella gara sprint e pole position per il Gran Premio (Stroll 11°)
-

A mezzogiorno la gara sprint e poi alle 16 le qualifiche per l’evento di domani, in programma questo sabato ai Miami Gardens per i piloti di Formula 1, nell’ambito della terza edizione del Gran Premio di Miami, la 1107esima edizione del Campionato del Mondo di F1. Sotto il sole e il clima caldo, lo Sprint era assolutamente tranquillo all’anteriore. Durante i 19 giri e i 31 minuti di gara, Max Verstappen (Red Bull) non ha incontrato alcuna opposizione.

Alla prima curva, un contatto con 4 piloti costringe Lance Stroll (Aston Martin) e Lando Norris (McLaren) al ritiro dopo che Lewis Hamilton (Mercedes), molto ottimista in frenata, si è scontrato con Fernando Alonso (Aston Martin), di cui la deviazione in La traiettoria ha portato al contatto con il suo compagno di squadra del Quebec, che poi ha colpito Norris. Quest’ultimo ha giustamente incolpato Hamilton per questo incidente ma gli ufficiali hanno chiuso il tutto senza ulteriori provvedimenti. Vittima di una foratura, Alonso si è ritrovato ultimo alla ripartenza, dopo 4 giri in neutralizzazione, mentre Hamilton, 8°, ha continuato il suo viaggio sotto l’influenza di una sanzione di 10 secondi, applicata al suo risultato finale, per aver rotolato troppo velocemente nella pit line dietro la Safety Car.

Lewis avrebbe riparlato di lui nella seconda metà della manifestazione, questa volta in un magnifico duello, a volte anche fuori dai limiti della pista, con Kevin Magnussen. Nella sua difesa contro il sette volte campione del mondo, il pilota della Haas ha superato più volte i limiti e la direzione della gara gli ha infine assegnato una penalità di 35 secondi, per tutto il suo lavoro durante questa battaglia che ha salvato lo spettacolo di questo sprint!

Perché in testa, Max Verstappen che lamentava l’usura delle gomme posteriori, ha comunque vinto con 3,3 secondi su Charles Leclerc (Ferrari), il monegasco davanti a un altrettanto solitario Sergio Pérez con la seconda Red Bull. Dietro questo trio calmo, Daniel Ricciardo (RB) ha fatto un’ottima gara, resistendo a Carlos Sainz (Ferrari) che ha finalmente ottenuto i suoi primi punti della stagione. Completano la Top 8 Oscar Piastri (McLaren), Nico Hülkenberg (Haas) e Yuki Tsunoda (RB), ovvero i piloti che vanno a punti in questo format di gara ancora criticato per la sua scarsa utilità in un weekend di Gran Premio. Per la classifica completa, clicca qui.

Per chiudere la giornata, troviamo la sessione di qualifiche del Gran Premio di Miami 2024, che prenderà il via domani alle 16:00. Il primo segmento (Q1) ha visto l’eliminazione delle due Sauber (Valtteri Bottas 16° e Guanyu Zhou 20°), oltre all’unico pilota americano iscritto, Logan Sargeant (17° con la Williams), Kevin Magnussen e Daniel Ricciardo, che hanno lamentato avendo trovato questo pomeriggio lo stesso grip che avevo con le gomme usate a mezzogiorno per la gara sprint.

Nota per quanto riguarda Sargeant che il team Williams ha confermato questo sabato di aver effettivamente chiesto alla FIA una deroga per far correre il giovane italiano Andrea Kimi Antonelli su una delle sue monoposto durante il prossimo Gran Premio di Imola. Se la richiesta verrà accolta (Antonelli ha meno di 18 anni e guida in F2), ciò non significa che Sargeant verrà licenziato perché dalla parte della Mercedes, che gestisce il futuro di Antonelli in F1, Toto Wolff ha fatto sapere a Miami che l’intenzione non è quella di far correre il giovane prodigio italiano per il momento, ma solo durante le prove libere.

Nella Q2 entrambe le Aston Martin sono state eliminate. Pur avendo avuto finora un fine settimana migliore di quello di Alonso (15° in questo segmento), Stroll si è dovuto accontentare dell’11° posto, a soli 22 millesimi di secondo dalla Top 10. L’alpino di Pierre Gasly (12°) ed Esteban Ocon (13°) così come anche la Williams di Alex Albon (13°) non è riuscita a raggiungere la Q3.

Una Q3 che non ha riservato sorprese, con Max Verstappen che ha conquistato al primo tentativo la sua 38esima pole position in F1, la settima consecutiva, con 141 millesimi di secondo su Leclerc. Sainz, Pérez, che l’anno scorso ottenne la pole sullo stesso circuito di Miami, e Norris hanno completato la Top 5 davanti a Piastri, Russell, Hamilton, Hülkenberg e Tsunoda. Per la classifica completa di questa qualifica, clicca qui.

-

PREV “Era importante lasciare un segno”: “Giroud”, il documentario che ripercorre la vita dell’attaccante dei Blues
NEXT L’esercito israeliano annuncia di aver recuperato a Gaza i corpi di tre ostaggi, tra cui un franco-messicano