La prefettura vieta le manifestazioni ad Albi

La prefettura vieta le manifestazioni ad Albi
La prefettura vieta le manifestazioni ad Albi
-

Domenica niente assembramenti per le strade di Albi. Il prefetto del Tarn ha emesso un’ordinanza che vieta le manifestazioni, in seguito all’annuncio da parte di un piccolo gruppo di estrema destra di un raduno in omaggio a Matisse, l’adolescente ucciso il 27 aprile a Châteauroux, e all’annuncio da parte della FSU locale di una contromanifestazione.

“Il raduno non dichiarato organizzato dall’entità Patria Albiges “in omaggio a Matisse” ucciso il 27 aprile 2024, così come la contromanifestazione “contro le idee di estrema destra” dichiarata dalla Federazione sindacale unitaria 81, sono vietati domenica maggio 5 nel comune di Albi”, ha deciso la prefettura, in un decreto visibile sabato sul suo sito.

Sul suo account Instagram, il piccolo gruppo identitario Patria Albiges ha indetto una “manifestazione per Matisse” domenica alle 15, che secondo la prefettura potrebbe “creare un alto rischio di disordini per l’ordine pubblico”.

Il collettivo si è particolarmente distinto nelle ultime settimane per espressioni negli spazi pubblici rivolte a stranieri o persone di origine straniera, ha ricordato la prefettura che sottolinea anche che nel marzo 2023 si sono verificati scontri tra membri di Patria Albiges e membri dell’ultrasinistra ad Albi .

In vista della manifestazione annunciata dalla FSU, “ci sono seri motivi per temere il verificarsi” di nuovi scontri dello stesso tipo, secondo il prefetto.

A Châteauroux, una marcia bianca in omaggio al giovane Matisse, 15 anni, ucciso da un coetaneo il 27 aprile, si svolge sabato pomeriggio nel centro della città, su appello della famiglia che rifiuta qualsiasi politica di recupero.

-

PREV Pierre-Emerick Aubameyang lascerà l’OM per l’Arabia Saudita? La risposta ferma dei gabonesi
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez