Un uomo britannico di 16 anni è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio a coltellate di un altro adolescente

Un uomo britannico di 16 anni è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio a coltellate di un altro adolescente
Descriptive text here
-

Mentre il “flagello” degli attacchi con coltello si diffonde nel Regno Unito, un ragazzo di 16 anni e altri due giovani sono stati condannati questo venerdì, 3 maggio, per l’omicidio di un altro britannico di 16 anni.

Un ragazzo di sedici anni è stato condannato questo venerdì, 3 maggio, all’ergastolo da un tribunale britannico per l’omicidio con accoltellamento di un altro adolescente lo scorso giugno. Il giudice ha denunciato la “piaga” degli attacchi con coltellate tra i giovani.

Mikey Royon, un aspirante rapper secondo chi gli è vicino, anche lui sedicenne, è stato pugnalato al collo con un grosso coltello durante una festa di compleanno.

Altri due condannati

Venerdì, Shane Cunningham è stato condannato all’ergastolo per omicidio, con un periodo di prova di 16 anni, mentre altri due adolescenti della stessa età, Cartel Bushnell e Leo Knight, hanno ricevuto nove anni e nove anni e mezzo di detenzione in un istituto minorile. per omicidio colposo.

In via eccezionale, in un caso che coinvolge minorenni, il giudice della Bristol Crown Court ha autorizzato la pubblicazione dei nomi dei tre condannati.

“Mikey aveva davanti a sé una carriera musicale di successo e il suo futuro sembrava luminoso, anche se aveva dovuto affrontare molte difficoltà nella sua breve vita”, ha detto il giudice emettendo la sentenza.

Ha anche denunciato “la piaga dei crimini con i coltelli” tra i giovani di Bristol e dintorni.

In aumento gli attacchi con coltelli

Tornando all’omicidio, ha ricordato che i tre ragazzi erano venuti alla festa con dei “grossi coltelli” nascosti nei vestiti.

“È chiaro che avete preso le armi per combattere e ferire le persone se dovesse verificarsi la violenza”, durante questa festa alla quale hanno partecipato circa 70 persone, ha stimato.

Ha anche notato che la vittima stessa aveva un coltello e che gli eventi alla festa “si sono mossi rapidamente”, ma la giuria che ha condannato i tre ragazzi ha respinto qualsiasi legittima difesa.

Mikey era rimasto insanguinato ed era svenuto nel vialetto che conduceva alla casa dove si teneva la festa. I soccorsi arrivati ​​tempestivamente non sono riusciti a salvarlo. I tre adolescenti hanno tutti negato le accuse di omicidio.

Nel Regno Unito sono in aumento gli attacchi con accoltellamento. Secondo i dati ufficiali, lo scorso anno sono aumentati del 7% arrivando a quasi 50.000 in Inghilterra e Galles, e sono aumentati del 20% solo nella capitale.

Venerdì, un altro ragazzo di quindici anni è stato giudicato colpevole a Leeds (nel nord dell’Inghilterra) dell’omicidio con accoltellamento di un giovane coetaneo avvenuto a novembre. La sua sentenza sarà pronunciata il 21 giugno.

I più letti

-

PREV Valute: il dollaro australiano potrà continuare il suo percorso rialzista?
NEXT Confermata l’ipotesi di un annegamento per una tripla morte