Giornata mondiale del sole: ogni mese un abitante dell’isola della Riunione muore di cancro alla pelle

Giornata mondiale del sole: ogni mese un abitante dell’isola della Riunione muore di cancro alla pelle
Giornata mondiale del sole: ogni mese un abitante dell’isola della Riunione muore di cancro alla pelle
-

Sabato 4 maggio si celebra a Saint-Paul la seconda edizione della Giornata Mondiale del Sole. Medici e associazioni sensibilizzano l’opinione pubblica sui rischi dei raggi UV. Vengono proposte attività e proiezioni.

Ogni anno nell’isola della Riunione vengono rilevati 100 casi di melanoma. Il cancro della pelle provoca in media un decesso al mese nel reparto, quindi il 90% dei casi potrebbe essere prevenibile.

Per sensibilizzare l’opinione pubblica e mettere in guardia dai pericoli del sole, l’associazione Misolré, Mission Soleil Réunion, organizza, questo sabato 4 maggio a Saint-Paul, la 2th edizione della giornata mondiale del sole. Proiezioni e attività sono in programma fino alle 17, nel campeggio dell’Hermitage.

Guarda il servizio da Réunion la 1tempo :

2a edizione della Giornata Mondiale del Sole, proiezioni ed eventi a Saint-Paul

La popolazione dell’isola è particolarmente esposta ai pericoli del sole, uno dei più esposti al mondo, insiste la dottoressa Nathalie Sultan, presidente dell’associazione Misolré. ” Siamo alla latitudine dove i raggi UV sono più alti. “, spiega, ” Più la tua pelle è chiara, più hai bisogno di proteggerti. “.

Proteggersi con un indice alto, mettere la crema solare ogni 30 minuti quando si va a nuotare, indossare cappelli e occhiali da sole per proteggersi dal sole sono tra le cose buone da fare.

Il sole può provocare a breve termine ustioni di primo, secondo o terzo grado e, a lungo termine, un invecchiamento precoce della pelle, macchie, rughe precoci e rischi di cancro.

Più ci esponiamo, più rischiamo di avere tumori alla pelle. Quanto più giovane ti scotti, tanto maggiore è il rischio di contrarre il cancro.

La dottoressa Nathalie Sultan, presidente dell’associazione Misolré

L’autoscreening, basato sul metodo “ABCDE”, aiuta a ridurre i rischi. L’asimmetria di una macchia o di un neo, i bordi irregolari, il cambiamento di colore, l’aumento del diametro o anche qualsiasi cambiamento sono indizi che dovrebbero allertarti e incoraggiarti a consultare un dermatologo, spiega Emilie Cinot, vicedirettrice dell’associazione Misolré.

Infine, la dottoressa Nathalie Sultan spiega che anche il rischio di malattie degli occhi indotte dal sole, come la cataratta o l’AMD, si manifesta prima.

-

PREV Coppa dei Campioni. Tutto sulla semifinale Stade Toulousain – Harlequins (da vedere chiaramente in TV)
NEXT LIVE – Ligue 2: L’AJ Auxerre conduce 2-0 contro il Paris FC, la Ligue 1 è sempre più vicina