Il corpo di Elyakim Libman, assassinato il 7 ottobre ma presumibilmente ostaggio, è stato ritrovato in Israele (IDF)

Il corpo di Elyakim Libman, assassinato il 7 ottobre ma presumibilmente ostaggio, è stato ritrovato in Israele (IDF)
Il corpo di Elyakim Libman, assassinato il 7 ottobre ma presumibilmente ostaggio, è stato ritrovato in Israele (IDF)
-

Elyakim Libman, ritenuto rapito da Hamas il 7 ottobre, è stato dichiarato morto dopo il ritrovamento del suo corpo in Israele.

L’IDF afferma che rappresentanti militari, così come membri dell’Istituto di medicina legale e del Ministero della sanità, hanno informato venerdì la famiglia di Elyakim Libman dei risultati dell’indagine. La morte di Libman è il risultato di “accertamenti fatti a seguito di un’indagine complessa” condotta dall’IDF, dalla polizia, dall’Istituto di medicina legale e dal Ministero della Sanità, ha detto l’esercito.

Libman stava lavorando come guardia di sicurezza al rave Supernova il 7 ottobre quando i terroristi di Hamas hanno lanciato il loro assalto. Secondo la sua famiglia, Libman è rimasto lì per ore a curare altri feriti, quando avrebbe potuto scappare, prima di essere ucciso. Si presumeva che il giovane fosse stato preso in ostaggio dopo il 7 ottobre, perché lì il suo corpo non era stato ritrovato. Secondo i media israeliani, i suoi resti furono erroneamente sepolti insieme a un’altra vittima del festival Nova. Il numero degli ostaggi catturati il ​​7 ottobre è così passato da 253 a 252 e quello degli ostaggi vivi o morti ancora a Gaza da 133 a 132.

-

PREV La SBV sospende le aste dei lingotti d’oro e annuncia ispezioni del mercato
NEXT Il petrolio aumenta grazie alle previsioni sulla domanda di carburante negli Stati Uniti in vista della riunione dell’OPEC