Lunedì decollerà la navicella spaziale Starliner della Boeing: trasporterà finalmente per la prima volta gli astronauti della NASA

Lunedì decollerà la navicella spaziale Starliner della Boeing: trasporterà finalmente per la prima volta gli astronauti della NASA
Lunedì decollerà la navicella spaziale Starliner della Boeing: trasporterà finalmente per la prima volta gli astronauti della NASA
-

Questo volo di prova finale di Starlinerprima dell’inizio delle sue operazioni regolari, è fondamentale per il gigante dell’ industria aerospazialeil che incide, tra l’altro, sulla sua reputazione.

Ordinato dieci anni fa dal NASAlo sviluppo della nave fu segnato da spiacevoli sorprese e successivi rinvii, una serie oscura alla quale Boeing spero di porre fine a tutto ciò.

IL astronauti Gli americani Butch Wilmore e Suni Williams decolleranno lunedì alle 22:34 da Cape Canaveral in Florida (02:34 GMT di martedì) a bordo della capsula Starliner, che sarà spinta in orbita da un aereo. razzo Atlas V del gruppo ULA.

Questi due veterani dello spazio, entrambi della Marina degli Stati Uniti, hanno già visitato ciascuno il Stazione Spaziale Internazionale (ISS), a bordo di uno Space Shuttle e poi di una navicella spaziale russa Soyuz.

“Sarà come tornare a casa”ha anticipato Suni Williams.

Ma riguardo alla capsula che li porta lì, “tutto è nuovo, tutto è unico”ha sottolineato Butch Wilmore. “Non credo che nessuno di noi abbia mai osato sognare di essere coinvolto nel primo volo di una nave nuova di zecca”.si rallegrò.

Anche per la NASA la posta in gioco è alta: avere un secondo veicolo oltre a quello SpaceX per trasportare gli astronauti americani “è molto importante”ha sottolineato Dana Weigel, responsabile del programma ISS.

Questa capacità ci consentirà di rispondere meglio “diversi scenari di emergenza”ad esempio in caso di problemi su una delle navi, ha spiegato.

Serie di battute d’arresto

Starliner attraccherà alla ISS intorno alle 05:00 GMT di mercoledì e vi resterà per poco più di una settimana. Delle test verrà effettuato per verificarne il funzionamento, poi i due astronauti partiranno con esso verso il Terra.

Il successo di questo Incarico chiuderebbe in bellezza un programma di sviluppo che si è rivelato irto di insidie.

Nel 2019, durante un primo test senza pilota, il capsula non è stato possibile posizionarlo sulla traiettoria corretta e riportarlo senza raggiungere la ISS.

Poi, nel 2021, mentre il razzo era già sulla rampa di lancio per ritentare il volo, un problema con le valvole bloccate della capsula ha portato ad un altro rinvio.

IL nave il vuoto era finalmente riuscito a raggiungere la ISS nel maggio 2022.

Ora il primo volo con equipaggio deve consentire di certificare la capsula, affinché possa poi iniziare i suoi voli regolari verso la ISS.

La Boeing sperava di poter effettuare questo primo volo con equipaggio già nel 2022, ma problemi scoperti tardi, in particolare con i paracadute che frenano la capsula durante il ritorno nell’atmosfera terrestre, hanno ulteriormente posticipato la scadenza.

“C’erano una serie di sorprese che abbiamo dovuto superare”, ha detto Mark Nappi, manager della Boeing, in una conferenza stampa. Ma “ha reso i nostri team molto forti e orgogliosi di come hanno superato ogni problema”ha assicurato.

“È abbastanza tipico che lo sviluppo di un veicolo spaziale per l’uomo richieda dieci anni”si difese.

“Imbarazzante”

“Sicuramente avremo degli imprevisti durante questa missione, cose che ci aspettiamo di apprendere, perché è una missione di prova”ha avvertito Jim Free, amministratore associato della NASA.

Ha ricordato che era solo questione di sesta nave americana essere inaugurato dagli astronauti.

La capsula Dragon di SpaceX era già entrata a far parte di questo club privatissimo nel 2020, sulla scia dei programmi Mercury, Gemini, Apollo e altri. Navicelle spaziali.

Una volta che Starliner sarà operativo, la NASA vuole alternare i voli SpaceX e Boeing trasportare i suoi astronauti sulla ISS.

Nel 2014, l’agenzia spaziale aveva firmato un contratto da 4,2 miliardi con Boeing e 2,6 miliardi con SpaceX per lo sviluppo di queste navi.

“Tutti pensavano che Boeing sarebbe arrivato prima”ha ricordato per l’AFP Erik Seedhouse, professore associato alla Embry-Riddle Aeronautics University. “Che SpaceX abbia avuto successo ben prima di Starliner è stato molto imbarazzante per Boeing.”

Mentre la ISS dovrà essere ritirata nel 2030, Starliner like Dragon potrebbe successivamente essere utilizzata per trasportare esseri umani future stazioni spaziali privateche diverse aziende stanno già progettando di costruire.

-

PREV Il fuoco si avvicina alla città petrolifera del Canada occidentale
NEXT Trump chiede a Biden di sottoporsi a un test antidroga prima del prossimo dibattito