Il Centro Orticolo di Albi apre le sue porte

Il Centro Orticolo di Albi apre le sue porte
Il Centro Orticolo di Albi apre le sue porte
-

Il 4 maggio, dalle 10 alle 18, la Città di Albi e la sua Direzione del patrimonio vegetale e dell’ambiente offrono agli albigesi l’opportunità di venire a visitare per la prima volta il centro orticolo.

I visitatori potranno scoprire le serre orticole della città di 3.000 m2 in cui viene effettuata la produzione di piante destinate alla fioritura della città prima dell’estate.

Verranno proposte visite guidate che permetteranno di scoprire i diversi ambiti produttivi: dal seme, alla talea fino alla pianta sviluppata prima della messa a dimora. Una delle maggiori sfide degli ultimi anni è la riduzione del consumo di acqua.

La città è dotata di sonde tensiometriche che permettono di conoscere esattamente la quantità d’acqua necessaria per ogni pianta. Mensilmente vengono effettuate rilevazioni dei consumi per individuare eventuali perdite.

171ha di aree vegetate

Anche i sistemi di irrigazione a risparmio idrico, l’irrigazione a goccia e gli irrigatori risparmiano acqua. Nel 2017 l’irrigazione ha coperto 102 ettari e ha consumato 52.000 m3 d’acqua. Per il 2023, questa cifra è stata divisa per 2,5 con 21.000 m3 di acqua utilizzata per l’irrigazione, mentre le aree vegetate della città sono quasi raddoppiate (171 ettari).

Nell’ambito di un approccio globale alla tutela dell’ambiente, Albi preserva e promuove la biodiversità sul proprio territorio. In molti spazi verdi è vietato qualsiasi trattamento chimico a favore della protezione biologica integrata. I visitatori verranno accolti dai giardinieri del servizio che provvederanno essi stessi alla visita guidata delle strutture.

Allo stesso tempo, i giardinieri presenteranno le diverse professioni e azioni svolte dal servizio attraverso stand ed esposizioni legate, ad esempio, alla potatura degli alberi, al risparmio idrico, alla biodiversità, alla progettazione del giardino o ancora alla coltivazione motorizzata.

Il Centro Orticolo in cifre

Ogni anno vengono coltivate 40.000 piante annuali, 70.000 piante biennali, 2.000 piante perenni, 300 bulbi estivi, 7.000 bulbi autunnali. Il parco di coltivazione motorizzata permette di affrontare tutte le situazioni grazie a più di 800 macchine motorizzate e non. 12.500 alberi vengono geolocalizzati, inventariati e valutati regolarmente per determinarne la salute e le condizioni strutturali.

Ogni anno vengono piantati più di 500 alberi. Durante la giornata verranno proposti anche laboratori pratici per giardinieri amatoriali, grandi e piccini, e mostre tematiche.

Una grande occasione per comprendere meglio come Albi, città verde dal marchio dei 4 fiori, contribuisce durante tutto l’anno all’abbellimento degli spazi pubblici.

-

PREV “Megalopoli”: Francis Ford Coppola beim Scheitern zusehen
NEXT Analisi dei prezzi GBP/USD: il dollaro rimbalza dopo il crollo guidato dall’indice dei prezzi al consumo