Boeing: morto all’età di 45 anni un secondo informatore – LINFO.re

Boeing: morto all’età di 45 anni un secondo informatore – LINFO.re
Boeing: morto all’età di 45 anni un secondo informatore – LINFO.re
-

Questa morte arriva meno di due mesi dopo quella di Barnett, un altro informatore. Per anni, quest’ultimo ha messo in guardia sugli standard di sicurezza scadenti della Boeing.

Complicazioni di salute improvvise

Joshua Dean, un informatore di 45 anni, è morto martedì scorso. Secondo diversi media anglosassoni, tra cui il Tempo e il Seattle Timesla vittima era impiegata presso Spirit AeroSystems, un importante fornitore di Boeing. Aveva denunciato problemi di sicurezza prima di essere licenziato nell’aprile del 2023. Questa morte è tanto brutale quanto sorprendente poiché l’ex tecnico era in buona salute ed era addirittura “rinomato per il suo stile di vita sano”riferisce il suo entourage citato da Tf1 Informazioni. La sua morte è avvenuta dopo improvvise e gravi complicazioni di salute, tra cui difficoltà respiratorie che lo hanno costretto al ricovero in ospedale.

Denuncia presentata alla FAA

IL morte di Joshua Dean ha sollevato dubbi sul suo potenziale collegamento con i problemi segnalati al suo ex datore di lavoro. I rapporti indicano che Dean aveva sollevato preoccupazioni riguardo ai difetti di fabbricazione sugli aerei 737 Max presso lo stabilimento Spirit AeroSystems di Wichita. Durante i suoi ultimi anni presso l’azienda, Joshua Dean ha sollevato preoccupazioni riguardo ai fori nelle paratie praticati in modo improprio su alcuni aerei 737 Max presso lo stabilimento Spirit di Wichita nell’ottobre 2022. Dopo il suo licenziamento nell’aprile 2023, ha presentato un reclamo alla Federal Aviation Administration (FAA) per denunciare questi problemi e il tentativo di Spirit AeroSystems di nasconderli alle autorità pubbliche.

Circostanze simili

Questa tragedia arriva meno di due mesi dopo la morte di John “Mitch” Barnett, un altro informatore che aveva sollevato preoccupazioni anche sugli standard di sicurezza della Boeing. Questa prima vittima è stata trovata morta in circostanze simili. Ciò ha scatenato la speculazione su un possibile collegamento tra le due morti. Queste morti si verificano in un momento in cui Boeing si trova ad affrontare crescenti critiche sulla gestione della sicurezza, in particolare dopo diversi incidenti che hanno coinvolto i suoi aerei, in particolare i modelli 737 Max. Gli informatori come Barnett e Dean hanno svolto un ruolo cruciale nel sottolineare queste preoccupazioni e nel chiedere una maggiore responsabilità da parte dell’azienda.

-

PREV Euskal Taldea nella fase finale del campionato francese di basket in carrozzina
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez