TGB: una difesa ferrea, come i Tarbaise hanno disgustato Alexis Peterson vincendo la semifinale di andata

TGB: una difesa ferrea, come i Tarbaise hanno disgustato Alexis Peterson vincendo la semifinale di andata
TGB: una difesa ferrea, come i Tarbaise hanno disgustato Alexis Peterson vincendo la semifinale di andata
-

l’essenziale
Per sfruttare un’opzione nel finale, i Tarbaise hanno preso di mira in difesa l’americano Alexis Peterson. Dai primi minuti fino all’ultima azione. Una strategia redditizia.

Giovedì sera gli spogliatoi del TGB hanno aperto le porte ai giornalisti. Una prima di questa stagione. Un segno della serata senza tempo vissuta dai Tarbaise al Quai de l’Adour. Per superare il Basket Landes e portarsi cinque punti di vantaggio prima della partita di ritorno, i giocatori di François Gomez hanno fatto affidamento su una difesa ferrea. “Volevamo entrare in partita con forza e mettere in campo una difesa forte”, ha spiegato Dominique Malonga dopo la vittoria.

Leggi anche:
TGB: I Tarbaise hanno rovesciato il Quai de l’Adour e si danno il diritto di sognare

Una scelta vantaggiosa visto che i Tarbaise, esercitando la massima pressione sul portatore di palla, recuperano molti palloni e si regalano qualche canestro facile. Ma più che una difesa collettiva, il TGB ha attuato anche un piano anti-Alexis Peterson. Come il piano anti-Carla Leite che le donne delle Landes avevano architettato in campionato a Mont-de-Marsan con Marie Pardon, Tarbes ha inviato Camille Droguet in missione per prendere di mira il trequartista del Basket Landes. Un piano ben architettato visto che il leader americano ha perso tre palloni nei primi dieci minuti.

Una tattica di cui l’allenatore del Tarbes aveva svelato gli esordi prima dell’incontro. “Peterson è un giocatore incredibile. Ha raggiunto una grande finale di Coppa e ha dimostrato per tutta la stagione di essere la giocatrice che avrebbe potuto trasformare questa squadra. »

Sempre in missione a Peterson, Marie-Paule Foppossi ha confermato l’importanza di mettere la museruola al giocatore del Landes Basket. “La difesa è stata davvero la chiave di questa partita. Ma soprattutto dovevamo fermare Peterson e non fare quello che fa di solito perché è capace di cambiare il volto di una partita. »

Un intercetto decisivo nel finale di gara

Una pressione difensiva che ha permesso ai Tarbaise di confinare il Basket Landes a 10 punti in 12 minuti. “Abbiamo troppe palle perse, facciamo cose stupide all’inizio della partita quando possiamo fare molto meglio, e queste sono cose che alla fine ci mancano”, ha analizzato Luisa Geiselsoder, insider del Basket Landes.

In definitiva, ciò che manca al Basket Landes per vincere la partita è uno degli ultimi possedimenti della partita. Anche in questo caso i Tarbaise hanno messo in mostra le loro qualità difensive. Mentre il cronometro segna 36 secondi, i Landaise hanno la palla per rientrare in vantaggio (65-62). Ma allo scadere del timeout, Carla Leite ruberà la palla a Peterson e assicurerà la vittoria alla sua squadra.

Se il Tarbaise confiderà dopo l’incontro di rammaricarsi di “non aver intercettato meglio per finire facilmente a canestro”, l’azione riflette la partita difensiva quasi perfetta che i Bigourdanes hanno prodotto per raccogliere il loro primo successo stagionale, nei momenti migliori , contro i Landesi.

-

PREV Incendio doloso a Limoges.
NEXT Diplomazia: Taiwan ha rilevato 26 aerei cinesi intorno all’isola