Il FEQ apre la sua nuova sala, rue Saint-Joseph, in Quebec: chi sarà l’Adèle dei Grizzly Fuzz?

-

L’ex sala da spettacolo Le Cercle rinasce ufficialmente, giovedì sera, sotto il nome di Grizzly Fuzz e anche se la sua programmazione sarà incentrata sugli artisti emergenti, non è vietato sognare di scoprire lì una futura star internazionale in pieno svolgimento.

Ci crede il capo programmatore di BLEUFEU, che ha acquistato la stanza di rue Saint-Joseph e l’ha ristrutturata.

“Lavoravo a evenko quando abbiamo realizzato Adèle al Café Campus (a Montreal). Avrebbe potuto interpretare Grizzly Fuzz quell’anno. Sei mesi dopo, l’abbiamo vista di nuovo al Club Soda e poi è andata al Bell Center”, dice Louis Bellavance.

Il direttore della programmazione BLEUFEU Louis Bellavance al Grizzly Fuzz.

Foto Cédric Bélanger/Le Journal de Québec

Chi sarà allora l’Adèle che verrà a cantare in questa sala che può ospitare fino a 380 spettatori?

“Da vedere, ma arriverà, ho fiducia”, risponde l’uomo che dal 2012 programma i più grandi nomi del Summer Festival on the Plains of Abraham.

Offerta a 360 gradi per gli artisti

In attesa di un’Adèle, il Grizzly Fuzz festeggerà la sua apertura questa sera, venerdì e sabato, con nomi importanti della scena musicale del Quebec: James Di Salvio, Les Trois Accords e Loud Lary Ajust.

Con FEQ, Saint-Roch XP, Toboggan, Imperial Bell e Grizzly Fuzz, BLEUFEU ritiene di avere tutti gli elementi in mano per attirare artisti in Quebec durante la loro ascesa alla gloria.

“Abbiamo un’offerta a 360° Quando partiamo con un Talk che prendiamo in culla, vogliamo poterlo seguire in tutte le fasi. A volte, alcune persone prendono scorciatoie e tutto va più veloce. Per altri è importante venire al mercato e giocare in una sala da quasi 400 persone che avrà 150 biglietti venduti, ma funziona comunque. 150 biglietti per l’Imperial sono meno piacevoli”, sostiene Louis Bellavance.

Spogliatoi sotterranei per due stanze

BLEUFEU ha rilevato nel gennaio 2021 gli ex bar Le Cercle e Le D’Auteuil. I lavori di ristrutturazione, che hanno richiesto un investimento di 1,5 milioni di dollari, hanno permesso di ampliare lo spazio destinato ai concerti pur conservando alcuni elementi distintivi, come la facciata in mattoni pavimento e parete.


I dipendenti stavano completando l’allestimento del palco giovedì pomeriggio, poche ore prima dello spettacolo di apertura della serata di James Di Salvio al Grizzly Fuzz.

Foto Cédric Bélanger/Le Journal de Québec

Il cuore della trasformazione del luogo, però, è invisibile agli occhi del pubblico. L’intero seminterrato è stato riqualificato e ora dispone di quattro nuovissimi camerini che serviranno sia agli artisti che si esibiranno al Grizzly Fuzz che all’Imperial, con i due edifici collegati sottoterra.

I palchi della campana imperiale, indica Louis Bellavance, avevano fatto il loro tempo.

“Il prossimo passo è riqualificare l’Imperial. Abbiamo bisogno di spazio lì. Ci sono molte cose che vogliamo fare che sono state bloccate dal fatto che abbiamo dovuto mantenere gli spogliatoi”.

-

PREV I dirigenti petroliferi organizzano una raccolta fondi per Trump a Houston – 21/05/2024 alle 22:26
NEXT L’incidente di Ebrahim Raïssi è imputato a Israele, agli Stati Uniti o addirittura all’Iran? Attenzione alle teorie del complotto