Emmanuel Macron invita l’UE a difendere i suoi “interessi strategici” contro la Cina

Emmanuel Macron invita l’UE a difendere i suoi “interessi strategici” contro la Cina
Descriptive text here
-

A pochi giorni dalla visita di Stato in Francia del presidente cinese Xi Jinping, il presidente francese ha parlato dei rapporti economici tra il Vecchio Continente e la Cina, in un’intervista a L’economista. Emmanuel Macron invita in particolare l’Europa a difendere la sua “ interessi strategici » di fronte alla Cina.

Questo è uno dei miei obiettivi principali nell’accogliere il presidente Xi Jinping, dobbiamo fare di tutto per coinvolgere la Cina sulle grandi questioni globali e avere uno scambio sulle nostre relazioni economiche che sono basate sulla reciprocità. », aggiunge il presidente, che accoglierà il suo omologo cinese il 6 e 7 maggio.

Auto elettrica: una produzione” aiutato enormemente »

Alla domanda se il mercato europeo sarà aperto o meno alla Cina, il presidente francese si è comunque mostrato realista:

Dobbiamo essere molto pragmatici e considerare la questione secondo i nostri interessi strategici », dice il capo dello Stato francese.

Uno dei punti di tensione tra UE e Cina riguarda infatti le auto elettriche. Secondo il presidente francese si tratta” tassato al 10% » sul mercato europeo mentre la loro produzione è “ aiutato enormemente » da parte dell’esecutivo cinese. Al contrario, i veicoli elettrici europei, per i quali “ L’Europa ha regole che limitano gli aiuti » ai loro produttori, sono “ tassato al 15% »sul mercato cinese.

Oggi dobbiamo comportarci rispettosamente sul piano commerciale con la Cina, ma in difesa dei nostri interessi, della reciprocità e della sicurezza nazionale. », insiste Emmanuel Macron, che si dice favorevole alle indagini aperte dalla Commissione europea sui veicoli elettrici, fotovoltaico ed eolico riguardo ai sussidi cinesi sospettati di distorcere la concorrenza.

“L’Europa è in un vicolo cieco di fronte alla Cina” (Benjamin Bürbaumer, Sciences-Po Bordeaux)

Non dobbiamo dimenticare le questioni di sicurezza nazionale “, sottolinea anche. “ Sono molti i settori in cui la Cina impone che i produttori siano cinesi, perché troppo sensibili. Ebbene, noi europei dobbiamo poter fare la stessa cosa. »

Grandi crisi internazionali nel menu della visita di Xi Jinping

La visita di Stato di Xi Jinping mira a celebrare 60 anni di relazioni diplomatiche bilaterali. Questo sarà l’inizio del suo primo tour europeo dopo la pandemia di Covid-19, che ha visto il colosso asiatico interrompere per lungo tempo molte interazioni con il resto del mondo. Nel menu delle discussioni franco-cinesi dovrebbero figurare anche le grandi crisi internazionali, e in particolare la guerra in Ucraina.

Il nostro interesse è che la Cina abbia un peso sulla stabilità dell’ordine internazionale. Oggi non è nell’interesse della Cina avere una Russia che destabilizza l’ordine internazionale, un Iran in grado di acquisire armi nucleari e un Medio Oriente che sprofonda in una forma di caos. Dobbiamo quindi lavorare con la Cina per costruire la pace », Afferma Emmanuel Macron.

Xi Jinping atterrerà a Parigi la sera di domenica 5 maggio, prima di fare tappa in Serbia e poi in Ungheria, dove sarà atteso dall’8 al 10 maggio, hanno confermato lunedì anche le autorità cinesi. Il presidente cinese e sua moglie Peng Liyuan saranno ricevuti il ​​6 maggio da Emmanuel e Brigitte Macron a Parigi, dove è prevista una cena di stato all’Eliseo alla presenza di diversi artisti cinesi.

Il 7 maggio le due coppie si recheranno negli Alti Pirenei, al Col du Tourmalet, la mitica scalata del Tour de France, dove il capo di Stato francese vuole condividere un momento più intimo con la sua controparte. In realtà ci andava spesso da bambino per far visita alla nonna materna, Germaine Noguès, morta nel 2013, che viveva a Bagnères-de-Bigorre.

Un incontro molto politico

Parigi evoca una visita molto politica, anche se si stanno negoziando nuovi investimenti cinesi in Francia, in particolare nel settore delle batterie elettriche. E i funzionari francesi intendono anche sollevare questioni commerciali, e difendere” gli interessi “dal paese” durante e dopo » dell’inchiesta antidumping sugli alcoli tipo cognac avviata dalle autorità cinesi.

Lin Jian, portavoce della diplomazia cinese, stima da parte sua che i due leader cercheranno di “ apportare ulteriori contributi alla pace, alla stabilità, allo sviluppo e al progresso nel mondo “. Come un anno fa in Cina, lunedì a Parigi la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen sarà coinvolta in uno scambio trilaterale.

Tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti: Joe Biden vuole triplicare i dazi doganali su acciaio e alluminio cinesi

L’anno scorso Emmanuel Macron ha invitato Xi Jinping a “ riportare in sé la Russia » per quanto riguarda l’Ucraina. Poco dopo, il presidente cinese ha chiamato per la prima volta dall’inizio del conflitto nel febbraio 2022 il suo omologo ucraino Volodymyr Zelenskyj. Ma i progressi diplomatici attesi da Parigi sul fronte russo-ucraino si sono fermati lì. Un anno dopo, l’analisi francese non è cambiata.

La Cina è uno dei principali partner della Russia “, soprattutto in materia diplomatica e commerciale, il Capo dello Stato intende ” incoraggiarlo a utilizzare le leve di cui dispone su Mosca per modificare i calcoli della Russia e poter contribuire alla risoluzione di questo conflitto », ha spiegato l’Eliseo. Egli ” susciterà anche preoccupazioni ” SU ” l’attività di alcune società cinesi che potrebbero contribuire direttamente in modo significativo allo sforzo bellico russo », ha aggiunto un consigliere.

La Francia, con questa visita, dimostra di essere uno dei rarissimi paesi al mondo in grado di mantenere canali di dialogo a tutti i livelli con la seconda potenza economica mondiale, la Cina, in un contesto in cui esistono rapporti tesi con gli Stati Uniti e il Regno Unito », diciamo da una fonte diplomatica francese.

La Cina risponde alle sanzioni americane

La Cina ha detto che ci sarebbe voluto “ le misure necessarie » dopo che Washington ha annunciato nuove sanzioni progettate per paralizzare le capacità militari e industriali della Russia punendo le aziende in Cina e altrove che aiutano Mosca ad acquisire armi per la sua guerra in Ucraina.

La Cina esorta gli Stati Uniti a smettere di denigrare e reprimere la Cina e a smettere di applicare sanzioni illegali e unilaterali “, ha dichiarato un portavoce del Ministero degli Affari Esteri cinese in un messaggio inviato all’AFP. “ La Cina adotterà tutte le misure necessarie per difendere risolutamente i diritti legali e gli interessi delle imprese cinesi “, Ha aggiunto.

(Con AFP)

-

PREV Cdiscount riduce il prezzo di questa soundbar Samsung
NEXT Giornata Mondiale del Giardinaggio Nudo: attenzione agli incidenti!