L’iniziativa efficace di un liceo di Seine-Saint-Denis per combattere gli schermi

L’iniziativa efficace di un liceo di Seine-Saint-Denis per combattere gli schermi
L’iniziativa efficace di un liceo di Seine-Saint-Denis per combattere gli schermi
-

Gli insegnanti del liceo di Épinay-sur-Seine hanno lanciato un’iniziativa originale per combattere l’esposizione dei loro studenti agli schermi.

In sette mesi, gli studenti sono passati da 7,5 ore al giorno davanti allo schermo a meno di 5 ore oggi. Un liceo di Seine-Saint-Denis ha avviato un’iniziativa visibilmente efficace per combattere l’esposizione agli schermi tra i giovani, condivisa Informazioni sulla Francia . La loro soluzione: ore aggiuntive di supporto sportivo o accademico a seconda del tempo trascorso davanti agli schermi ogni giorno.

Concretamente, se gli studenti trascorrono tra le 4 e le 6 ore al giorno davanti agli schermi, avranno un’ora di lezione in più. Tra le 6 e le 8: due ore in più. E oltre le 8 ore, altre tre ore. L’obiettivo del liceo Épinay-sur-Seine a Seine-Saint-Denis è quello di responsabilizzare gli studenti. Un’iniziativa piuttosto ben accolta dai principali interessati: “È positivo che gli insegnanti abbiano installato questo dispositivo, mi aiuta. Da solo non lo avrei fatto.”testimonia uno degli studenti al microfono di Informazioni sulla Francia.

“Nel complesso, erano resistenti ma capivano perché lo stavamo facendo. E soprattutto abbiamo il sostegno dei genitori, non appena abbiamo la minima preoccupazione siamo in contatto regolare con i genitori” , spiega Erwan Chapelière, insegnante di educazione fisica e sportiva al liceo Jacques Feyder di Épinay-sur-Seine. L’insegnante controlla il tempo trascorso davanti allo schermo dei suoi studenti una volta alla settimana prima della lezione di educazione fisica, poi chiede loro di metterli in una scatola durante la lezione. Una misura che ha dato prova di sé per alcuni, che hanno migliorato la loro media o addirittura corretto il loro atteggiamento attuale.

Martedì scorso è stata presentata al governo una relazione di esperti in cui si raccomanda di vietare l’uso degli schermi ai bambini sotto i tre anni e dei telefoni cellulari ai minori di 11 anni, limitando rigorosamente l’accesso negli anni successivi agli adolescenti.

-

PREV Presto torneranno i semafori sulle strade principali di Pointe-à-Pitre
NEXT ESCLUSI Cosa succede a Bastien Bricout, il mentalista di Secret Story 4?