Inès Reg ha mentito? Caroline Margeridon rivela un’altra versione del loro scontro tagliata da Ballando con le stelle: “Chiedi a TF1, sono loro…”

-

Il resto dopo l’annuncio

Quest’anno, Ballando con le Stelle 2024 ci ha offerto uno spin-off inaspettato e molto più intenso delle coreografie presentate sul palco: Scontro con le stelle. E ovviamente, anche dopo la fine di questa stagione 13, la guerra interna tra i candidati non sembra pronta a fermarsi.

Inès Reg attacca Caroline Margeridon…

Questo lunedì 29 aprile 2024, ancora amareggiato per aver perso in finale, Inès Reg aveva infatti beneficiato della sua presenza sul set di Quotidiano per criticare Natasha St-Pier. Secondo il comico, la grande vincitrice di questa edizione avrebbe volontariamente surfato sul loro confronto dietro le quinte per generare scalpore e simpatia, facendo in modo di farla apparire come la cattiva.

Ma non è tutto, ha colto l’occasione anche per affrontare Caroline Margeridon, la prima candidata eliminata dal gioco Interrogata da Yann Barthès su un possibile scontro con l’esperto diAffari fattil’attrice ha assicurato: “Dicono che ho fatto incazzare Caroline Margeridon? Questo non è vero.” E per aggiungere ancora: “D’altro canto, posso dirti che non piaccio a Caroline Margeridon. Non è chiaro cosa sia stato tagliato. Ma sappiamo che Caroline Margeridon ha informazioni che nessuno ha. Dice che era lì il giorno in cui Natascia mi ha detto che ero una piccola troia, non è vero.

…l’acquirente diAffare fatto contrattacco

Tuttavia, non sorprende che questo chiarimento non sia passato inosservato. Questo mercoledì 1 maggio 2024, Caroline Margeridon ha quindi approfittato del suo tempo libero per reagire a tali commenti attraverso un video pubblicato su Instagram. L’opportunità per lei di rivelare la sua verità e, a sua volta, implicare che Inès Reg è ben lungi dall’essere l’innocente che afferma di essere.

Infatti ho detto che ero presente [lors du clash entre Natasha St-Pier et Inès Reg]Perché Non sono un bugiardoha insistito. Per quello ? Perché è successo la prima settimana in cui stavamo tutti imparando a ballare. (…) Allora quando non capiamo le parole o quando parlo, Ho detto che ero presente quando è avvenuto lo scontro, ma non ho mai detto di aver visto quello che è successo o addirittura sentito. Ecco, ha il merito di essere chiaroUn modo per insinuare che il comico giocherebbe sulle parole per vittimizzare se stesso… Non sono sicuro che migliori i rapporti tra tutti.

“Tutti hanno sentito cosa è successo.”

Un altro rischio di esplosione? Caroline Margeridon ha successivamente rivelato che TF1 non avrebbe tagliato per caso una sequenza durante la finale. “Per quanto riguarda il taglio durante l’ultimo bonus DALS, è semplice. Perché mi fanno male le ginocchia, domani mi sottoporrò ad un intervento chirurgico, sono arrivato ultimoricontestualizzò. E ho visto che Christophe Licata e Inès erano soli, tutti abbracciavano Nico [Capone]che ho sostenuto, e Natasha.

Il problema ? Mentre lei per lui si sarebbe presentata a Christophe Licata “abbracciati e dì ‘bravo, hai ballato davvero bene’“, la situazione sarebbe sfuggita di mano. Lì ci fu uno scontro e un taglio. Ovviamente tutti se ne sono accorti.soprattutto giornalistisussurrò l’acquirente. Allora Ho vissuto questa rottura, so cosa mi hanno detto. Non ho bisogno di dirtelo. Ma quando diciamo “Caroline è una bugiarda, non ho detto niente”, non è complicato, chiedi a TF1, sono loro i produttori, sono loro che tagliano.

Molto arrabbiata per l’atteggiamento di Inès Reg durato diversi giorni, l’amica di Julia Vignali evidentemente non sopporta di vederla riscrivere la storia. “Tutti hanno sentito cosa è successo. Non ho niente di sbagliato (sic). Non è che mi piaccia Pierre, Paul o Jaques, non mi interessa. Ho il diritto di dire che amo Natasha, che adoro Nicoimprecò. Ma devi smetterla di dire che sono un bugiardoperché se c’è una cosa che non sopporto è che mi dicano che sono un bugiardo.

-

PREV Cosa devo fare se trovo una cucciolata di gattini abbandonati?
NEXT Cajarc. Tutta una storia: una giornata per i bambini da 0 a 6 anni