Lo yen si impenna contro il dollaro USA a causa del sospetto intervento delle autorità giapponesi | Notizie dal mondo

Lo yen si impenna contro il dollaro USA a causa del sospetto intervento delle autorità giapponesi | Notizie dal mondo
Lo yen si impenna contro il dollaro USA a causa del sospetto intervento delle autorità giapponesi | Notizie dal mondo
-

Lo yen si è apprezzato rispetto al dollaro nelle prime ore asiatiche di giovedì in quello che i trader sospettavano fosse un altro intervento delle autorità giapponesi per fermare un brusco calo della valuta.

Il dollaro è sceso bruscamente a 153 yen da circa 157,55 yen per ragioni che non sono state immediatamente chiare, ma i trader e gli analisti si sono affrettati a dire che si trattava della vendita di dollari ordinata dal Ministero delle Finanze giapponese per sostenere una valuta che languiva ai minimi di 34 anni.

Clicca qui per seguire il nostro canale WhatsApp

L’ultima mossa è avvenuta in un periodo tranquillo per la coppia valutaria, dopo la chiusura del mercato azionario statunitense e con la riunione di politica monetaria della Federal Reserve terminata ore prima.

Il dollaro era già sulla difensiva dopo che il presidente della Fed Jerome Powell ha confermato che l’orientamento della banca centrale era verso i tagli dei tassi di interesse, anche se i tempi sono stati ritardati a causa dell’inflazione vischiosa.

“Non c’è dubbio che il MOF sia intervenuto”, ha detto Daisaku Ueno, capo stratega FX presso Mitsubishi UFJ Morgan Stanley Securities, il quale afferma che i funzionari hanno fissato 160 yen per dollaro come “linea di difesa finale”.

“L’intervento di questa mattina è la prova che le autorità giapponesi interverranno in qualsiasi momento della giornata e in qualsiasi giorno dell’anno”, ha aggiunto. “Continueranno a intervenire”. Lo yen è stato sotto pressione poiché i tassi di interesse statunitensi sono saliti e quelli giapponesi sono rimasti vicini allo zero, spingendo la liquidità fuori dallo yen verso asset ad alto rendimento.

La pressione si è intensificata da marzo poiché le aspettative per i tagli dei tassi della Fed si sono attenuate, rafforzando lo status dello yen come valuta di finanziamento a buon mercato.

Contattato da Reuters, il vice ministro delle finanze giapponese per gli affari internazionali, Masato Kanda, che supervisiona la politica valutaria, ha affermato di non avere commenti sull’intervento del Giappone nel mercato.

Il Ministero del Tesoro americano ha rifiutato di commentare il movimento della coppia di valute.

STIMOLANTE

La difficoltà nell’arrestare la caduta dello yen è stata resa evidente dalla velocità con cui la valuta ha invertito la direzione dopo il suo rialzo.

Alle 01:48 GMT, lo yen era inferiore di oltre l’1% a 156,23 per dollaro, cedendo più della metà del terreno guadagnato durante la notte.

E quest’anno rimane in ribasso di circa il 10% rispetto al dollaro, a causa del calo delle scommesse per i tagli dei tassi della Fed a breve termine, mentre la Banca del Giappone ha segnalato che andrà piano con un ulteriore inasprimento della politica dopo il suo primo rialzo dei tassi dal 2007 a marzo.

Il divario tra i rendimenti dei titoli di stato a lungo termine nei due paesi è di 376 punti base, il che ha contribuito a spingere lo yen ai livelli più bassi dall’aprile 1990, a 160.245 per dollaro lunedì.

Questo traguardo ha anche innescato un forte rimbalzo dello yen, che i dati ufficiali di inizio settimana suggerivano fosse dovuto all’intervento giapponese per un totale di circa 35 miliardi di dollari, vicino ad un importo record. Il ministero delle Finanze ha rifiutato di dire se ci sia o meno dietro la mossa.

“Finché ci sarà un enorme divario tra i tassi statunitensi e quelli giapponesi, gli sforzi della Banca del Giappone per contrastare questi fondamentali avranno probabilmente un effetto limitato”, ha affermato James Kniveton, senior corporate FX deal presso Convera a Melbourne.

“È probabile che il mercato veda il tasso USD/JPY più basso quando si verifica un intervento come un’opportunità per acquistare durante i cali piuttosto che come un segnale di un’inversione di tendenza. La Banca del Giappone ha molta potenza di fuoco, ma attualmente sta nuotando controcorrente. ”

-

PREV Terzic, tifoso del Dortmund, nudo da capo allenatore nella finale di Champions League: “surrealista”
NEXT Pro D2 – Béziers – Brive: il riassunto dell’incredibile jump-off della Pro D2