COLLOQUIO. TGB: “Sappiamo che il Basket Landes è alla nostra portata”, dice il capitano Camille Droguet prima della semifinale di campionato

COLLOQUIO. TGB: “Sappiamo che il Basket Landes è alla nostra portata”, dice il capitano Camille Droguet prima della semifinale di campionato
Descriptive text here
-

l’essenziale
Escluso per cinque errori dalla Coupe de France, Camille Droguet, capitano del Tarbes, affronterà alle 19 il Basket Landes per l’andata della semifinale. L’instancabile post 3 del TGB non nasconde le sue ambizioni prima del grande incontro.

Se torniamo alla gara di ritorno di Bourges, qual è la tua analisi?

La trappola di questa partita è stata dirci che avevamo un margine rispetto ai 18 punti dell’andata e iniziare male. Ero un po’ preoccupato su questo punto, in relazione allo stato d’animo della squadra ma in effetti siamo entrati subito in partita. Ci sono stati anche momenti in cui loro sono andati avanti ma noi siamo tornati ogni volta. Non ci siamo arresi e anzi ci aspettavamo più aggressività da loro in fase difensiva. Non siamo stati troppo attaccati e questo ci ha permesso di competere nella partita con il Bourges.

Fino all’ultimo trimestre.

Hanno cambiato un po’ la loro strategia diventando più aggressivi e ci siamo detti che era una cosa buona, che ce l’avrebbe fatta. Una volta lanciata la loro macchina, siamo entrati nel panico. Abbiamo iniziato ad avere paura di perdere di nuovo palloni, di subire gol a ogni canestro. Ma teniamo duro e ci ricorderemo che andremo in semifinale.

Alla fine c’è la liberazione.

Forse no perché lo consideriamo più un risultato ed è stato più orgoglioso aver eliminato Bourges e dire a noi stessi che eravamo capaci di farcela. Dopo sì, non capita spesso di perdere e poter festeggiare come abbiamo fatto noi. Inoltre, in una sala del Prado immersa nel silenzio… Quindi eravamo gli unici a fare baccano davanti ai nostri presidenti, ad alcuni sostenitori e alle nostre famiglie.

Hai battuto il Bourges che ha vinto il Basket Landes nella finale della Coupe de France….

(sorride) quindi, quindi… Sappiamo che Basket Landes è alla nostra portata. Chiaramente giochiamo le semifinali per vincerle e andare in finale. Ma dovremo mettere gli stessi ingredienti che abbiamo messo in casa contro il Bourges per poter vincere il Basket-Landes. Alla fine abbiamo quasi più ambizioni per questa semifinale che per i quarti perché ora ci diciamo che siamo capaci di farcela.

Sapendo che il Basket Landes ha giocato tra i due turni di spareggio.

Sì, hanno avuto meno tempo di noi per riposarsi. Poi giocano con una panchina più lunga della nostra. Ci sono molti fattori che saranno importanti e per noi la cosa principale sarà concentrarci su noi stessi e sul nostro basket. Poi a livello di motivazione e determinazione che mettiamo perché arriverà anche alla mente.

Da capitano, ritiene che la squadra abbia fiducia?

Sta succedendo qualcosa, questo è certo. E da capitano, quando non devo fare nulla perché tutto vada bene, vuol dire che il gruppo vive bene ed è motivato. Non c’è bisogno di dire nulla perché tutti sono determinati e pienamente coinvolti nella cosa. Il mio stile da capitano è più da mostrare sul campo essendo tutto fuori.

Giovedì sera avrete di nuovo il pubblico con voi.

È chiaro ! La stanza sarà piena. In casa, contro il Bourges, il pubblico ci ha sostenuto e credo di non aver mai visto tanta follia. La fine della partita, quando vinci e vedi tutti così, è un’emozione indescrivibile. Contiamo ancora sul fatto che il nostro pubblico sia con noi e anche nei momenti difficili ci sostiene.

Possiamo dire che il TGB è sereno?

Sì, infatti il ​​TGB è entrato ai play-off con lo status di outsider più facile da sopportare. Nessuno si aspettava niente da noi, nemmeno il pubblico e quando abbiamo vinto il Bourges per 18 punti, tutti sono rimasti sorpresi. Abbiamo l’impressione che tutto ciò che ci accade sia solo positivo. Quindi sì, con l’avvicinarsi delle semifinali, è un TGB calmo. Siamo super motivati ​​a provare e dimostrare che Tarbes esiste!

-

PREV Pubblicato il trailer del film ‘Wicked’ | CP24.com
NEXT un anno in un giorno