Esplosione in Cambogia: le autorità accusano il caldo estremo

Esplosione in Cambogia: le autorità accusano il caldo estremo
Esplosione in Cambogia: le autorità accusano il caldo estremo
-

“L’incidente (…) è stato causato da un problema tecnico, perché le armi erano vecchie e difettose, e a causa del caldo”, precisa il comunicato stampa citando un’indagine di esperti.

Le indagini hanno respinto anche l’ipotesi di un ammutinamento o di un atto terroristico.

L’esplosione, che ha distrutto un camion di munizioni e diversi edifici circostanti, è avvenuta intorno alle 14:45 (19:45 GMT) in una base militare nella provincia di Kampong Speu (sud).

Ha ucciso 20 soldati e ferito diversi altri membri del personale dell’esercito cambogiano.

La Cambogia sta vivendo un periodo prolungato di caldo estremo, con temperature che superano i 40 gradi Celsius, vicine al massimo storico, hanno avvertito le autorità.

L’intera regione soffoca da diverse settimane sotto l’effetto dell’ondata di caldo, rafforzata quest’anno dal fenomeno meteorologico El Niño.

Mercoledì il primo ministro Hun Manet ha ordinato alle scuole di prepararsi alla possibilità di chiudere per proteggere la salute dei bambini e dei dipendenti e ha messo in allerta i funzionari sulla questione della carenza idrica.

© 2024 Notiziario Belga. Tutti i diritti di riproduzione e rappresentazione riservati. Tutte le informazioni riprodotte in questa sezione (dispacci, foto, loghi) sono protette dai diritti di proprietà intellettuale detenuti da Notiziario Belga. Pertanto, nessuna di queste informazioni può essere riprodotta, modificata, ridistribuita, tradotta, sfruttata commercialmente o riutilizzata in alcun modo senza il preventivo consenso scritto di Notiziario Belga.

-

PREV Premio fotografico – Premio 2024 Galerie C+C Photography
NEXT Guerra in Ucraina: cos’è la cloropicrina, questo agente chimico di cui gli Stati Uniti accusano la Russia?