“Assassinio ai piedi del vulcano” questa sera su ARTE: un bel thriller dall’Islanda

-
suddividere

Miniserie islandese ritrasmessa su ARTE, Omicidio ai piedi del vulcano (Hraunið, 2014) di Sveinbjörn I. Baldvinsso è un bel piccolo romanzo poliziesco da riscoprire sul canale franco-tedesco. Recensione e revisione della serie Bulles de Culture.

Sinossi:

L’omicidio di un banchiere disonesto costringerà l’ispettore di polizia Helgi Marvin (Bjorn Hlynur Haraldsson) per indagare a Snæfellsnes, una cittadina islandese che conobbe 25 anni fa…

Omicidio ai piedi del vulcano : un thriller dai paesi scandinavi “pacifici”.

Björn Hlynur Haraldsson nella serie “Assassinio ai piedi del vulcano” © Arte France

Composta da 4 episodi da 46 minuti – che piacere poter seguire una bella serie con non più di una manciata di episodi da meno di un’ora! -, Omicidio ai piedi del vulcano è un thriller seriale che arriva dal freddo con il know-how dei “pacifici” paesi scandinavi.

La miniserie ci offre tutti gli ingredienti del genere:

  • un’indagine che si rivela molto più complessa del previsto;
  • un poliziotto esperto ma non al meglio a livello personale (divorziato, figlio morto);
  • una comunità isolata con i suoi segreti e le sue bugie;
  • un ambiente bellissimo e inquietante (una regione vulcanica).

Una certa tranquillità

Assassinio ai piedi del vulcano: la serie TV detective dell'immagine
Björn Hlynur Haraldsson nella serie “Assassinio ai piedi del vulcano” © Arte France

Traffico di droga, sparizioni di persone, leggenda di un serial killer che imperversava nel XVI secolo… nonostante questi argomenti, la serie Omicidio ai piedi del vulcano mostra una certa tranquillità.

Come la regione ricoperta di lava raffreddata in cui si svolge la storia, la miniserie mostra effettivamente poca violenza – gli agenti di polizia non portano armi da fuoco – ma la sentiamo emergere a prima vista all’interno dei personaggi e nelle loro relazioni – in particolare nei dialoghi e negli sguardi – fino a scoppiare in brevi ma esplosivi scoppi di violenza.

Così, il personaggio principale, Helgi Marvin (Bjorn Hlynur Haraldsson), è ben lungi dall’essere un super-poliziotto. Non è un Dirty Harry, segue la procedura e accetta di sospendere un caso quando il suo superiore glielo chiede.

E se nel lavoro è molto professionale, la sua vita personale è ovviamente l’opposto, cioè alla deriva. Il che aumenta la sua solitudine e impulsività.

Un buon piccolo thriller

Assassinio ai piedi del vulcano: la serie TV detective dell'immagine
Heiða Rún Sigurðardóttir nella serie “Assassinio ai piedi del vulcano” © Arte France

Fortunatamente, come il personaggio del poliziotto della serie francese Le signoreHelgi Marvin può contare, nella serie Omicidio ai piedi del vulcanosulle donne per aiutarlo:

  • un compagno di squadra (Heiða Rún Sigurðardóttir) principiante ma efficace;
  • un superiore (Tinna Gunnlaugsdottir) che si adopera per garantire il rispetto della procedura;
  • uno psicologo (Margrét Þorgeirsdóttir) al quale si confida regolarmente per esorcizzare il suo passato (morte di suo figlio, aggressione da bambino) e ottenere una prospettiva dal suo presente;
  • un medico legale (Maria Ellingsen) che dà vita nel primo episodio anche ad un’interessante scena, quasi documentaristica, in cui la vediamo lavorare con gli altri “esperti” islandesi sulla scena del crimine;
  • un ex che cerca di aiutarlo a restare in contatto con sua figlia (Salome R. Gunnarsdottir).

La nostra opinione ?

Con un cast di qualità, un ritmo avvincente, una storia breve e frenetica e un finale sorprendentemente realistico, la miniserie islandese Omicidio ai piedi del vulcanoinsignito del prestigioso Premio Edda una delle migliori serie drammatiche del suo paese, si rivela un buon piccolo thriller da godersi comodamente davanti alla televisione.

Segreti delle riprese, aneddoti: lo sapevi?

Saperne di più :

  • Omicidio ai piedi del vulcano va in onda su ARTE giovedì 2 maggio 2024 dalle 20:55.
  • La serie è disponibile in streaming e replay su Arte.tv
  • Omicidio ai piedi del vulcano è stato trasmesso per la prima volta su ARTE il 14 gennaio 2016
  • È la prima miniserie islandese trasmessa da ARTE France
Jean-Christophe Nurbel
Dipendente da film, opere teatrali, serie TV e cultura in generale, mi piacciono le opere che mi sorprendono.

I 3 migliori film: “Senza fiato” (1960), “Blade Runner” (1982), “Casablanca” (1942)
Top 3 TV: “Engrenages” (2005-…), “The Wire” (2002-2008), “Twin Peaks” (1990-1991)

Jean-Christophe Nurbel

Gli ultimi articoli di Jean-Christophe Nurbel (vedi tutto)

-

PREV Giornata fantastica per lo Stade Villefranchois
NEXT Atalanta: su quale canale e a che ora vedere in diretta la partita di Europa League?