Alluvioni: un anno dopo, Charlevoix ricorda

-

Un anno fa, il fiume Gouffre, che attraversa parte della regione di Charlevoix, ha rotto gli argini e ha preso d’assalto le rive della Baie-Saint-Paul, allagando più di 180 proprietà del comune e provocando la morte di due vigili del fuoco volontari vicino a Saint-Urbain. In occasione dell’anniversario della storica alluvione primaverile del 1ehm Maggio 2023, mercoledì sono state organizzate cerimonie commemorative.

Per noi del Comune era importante prenderci un po’ di tempo per ricordareafferma Michaël Pilote, sindaco di Baie-Saint-Paul, davanti a un centinaio di persone riunite per l’occasione. Dico “commemorazione”, perché non è una celebrazione. Volevamo prenderci del tempo, prima di tutto, per onorare i nostri vigili del fuoco, ma allo stesso tempo, per guardare indietro a ciò che abbiamo vissuto l’anno scorso.

È uno scenario che non vorremmo mai più sperimentare, mai più.

Una citazione da Michaël Pilote, sindaco di Baie-Saint-Paul

Il sindaco di Baie-Saint-Paul, Michaël Pilote, durante la cerimonia di commemorazione.

Foto: Radio-Canada / Pierre-Alexandre Bolduc

Pur affermando di essere consapevole che la situazione non è facile per le vittime che, dodici mesi dopo, in alcuni casi sono ancora al centro di ristrutturazioni e demolizioni, Pilote aggiunge che non è così. non sempre facile neanche per la Cittàammettendo – e insistendo – tuttavia che l’amministrazione comunale non era perfetto.

Se siamo qui oggi è per avere un pensiero per tutte le vittimeha aggiunto Kariane Bourassa, deputata provinciale di Charlevoix–Côte-de-Beaupré, salutando d’un fiato i primi soccorritori. Grazie, grazie a tutti.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Maxime Sullivan, Gaston Gagnon e Gaston Simard, vigili del fuoco di Baie-Saint-Paul, sono stati premiati mercoledì per atti di coraggio.

Foto: Radio-Canada / Guylaine Bussière

1ehm Maggio 2023 era una giornata triste, faticosa, ha detto colei che era accompagnata dal suo collega, il ministro della Pubblica Sicurezza, François Bonnardel. Un giorno chi ha lasciato segni; Ha completamente sfigurato la città. Ci sono strade che sono state tagliate, ci sono quartieri storici che sono stati danneggiati, saccheggiati.

Evidenzia anche il tracce psicologiche che le alluvioni hanno lasciato tra le vittime. Abbiamo ricevuto più di 300 richieste di aiutosostiene.

Un anno fa c’erano persone che si sollevarono [et] In un secondo, le loro vite furono sconvolte. Persone che hanno perso la propria casa, i propri punti di riferimento, il proprio quartiere.

Una citazione da Kariane Bourassa, deputata di Charlevoix–Côte-de-Beaupré

Da Baie-Saint-Paul a Rimouski

Il sindaco di Baie-Saint-Paul ha colto l’occasione per svelare mercoledì un segnale che sarà esposto nel comune per ricordare il livello raggiunto dall’acqua durante le piene primaverili.

>>Questo segnavia proveniente da Baie-Saint-Paul è stato ritrovato a Rimouski dopo l'alluvione primaverile del 2023.>>

Apri in modalità a schermo intero

Questo segnavia proveniente da Baie-Saint-Paul è stato ritrovato a Rimouski dopo l’alluvione primaverile del 2023.

Foto: Radio-Canada / Steve Breton

Dei segni sono stati tracciati su un segnavia installato all’ingresso di un sentiero nel Parc du Gouffre, a Baie-Saint-Paul, e che è stato ritrovato a Rimouski dopo l’alluvione del 2023. Il pezzo di legno ha quindi percorso più di 200 chilometri in le acque del San Lorenzo.

Saint-Urbain rende omaggio ai due vigili del fuoco volontari morti

Essere un vigile del fuoco è un lavoro di dedizionelascia cadere Luc Dufour, direttore dei lavori pubblici di Saint-Urbain durante la cerimonia di commemorazione organizzata mercoledì anche da questo lato. Maggio 2023.”,”text”:”Una dedica alla sua comunità, alla sua popolazione. È con questo stato d’animo che i nostri team si sono schierati il ​​1° maggio 2023.”}}”>Una dedica alla sua comunità, al suo popolo. È con questo stato d’animo che le nostre squadre si sono schierate il 1ehm Maggio 2023.

Per rendere omaggio a Régis e Christopher Lachance, i due vigili del fuoco travolti dalle acque del fiume Gouffre, i vigili del fuoco di Saint-Urbain hanno voluto realizzare un gesto significativo per dirti che sei sempre con noi e che non ti dimenticheremo maiha detto il signor Dufour.

>>Claudette Simard, sindaco di St-Urbain, durante la cerimonia commemorativa.>>1:02:00

Claudette Simard, sindaco di St-Urbain, durante la cerimonia commemorativa.

Foto: Radio-Canada / Sébastien Vachon

E questa azione si materializzerà in un memoriale per voi, Régis e Christopher, che avete dato la vita per la comunitàdice l’uomo che è anche il promotore del progetto.

Una raccolta fondi ha permesso ai vigili del fuoco del comune di raccogliere circa 23.000 dollari e finanziare così una targa commemorativa. Successivamente verrà allestito un parco in onore dei due vigili del fuoco.

Il nostro Servizio Antincendio, in collaborazione con il Comune, ha deciso che doveva rendere omaggio ai propri colleghi in modo tangibile affinché non dimentichiamo mai il sacrificio della loro vita per salvare quella degli altriafferma Claudette Simard, sindaco di Saint-Urbain.

>>La targa commemorativa in memoria di Christopher Lavoie e Régis Lavoie.>>

Apri in modalità a schermo intero

“Quando questo memoriale sarà in un sito permanente, famiglie, genitori, amici, cittadini e altri potranno venire lì, riflettere e apprezzare ciò che la vita ci offre”, ha affermato Claudette Simard, sindaco di Saint-Urbain.

Foto: Radio-Canada / Marie-Christine Reid

Anche se il tempo riesce ad alleviare il nostro dolore, l’assenza di Christopher e Régis pesa ancora nel cuore delle famiglie e per tutti noi.per aggiungere quello scelto.

Christopher e Régis non sono morti invano. Impareremo da questa tragedia e faremo in modo che qualcosa del genere non accada mai più.

Una citazione da Claudette Simard, sindaco di Saint-Urbain
>>Il sindaco durante la cerimonia, insieme ai vigili del fuoco di Saint-Urbain.>>

Apri in modalità a schermo intero

Il sindaco Claudette Simard, durante la cerimonia, insieme ai vigili del fuoco di Saint-Urbain.

Foto: Radio-Canada / Marie-Christine Reid

Parliamo spesso di Baie-Saint-Paul, quando pensiamo alla devastazione causata dalle inondazioni del maggio 2023continua Kariane Bourassa, deputata di Charlevoix–Côte-de-Beaupré, al leggio. Ma il mio cuore è con Saint-Urbain, perché è qui che la comunità ha subito le perdite maggiori. La perdita di due persone care.

Da parte sua, il ministro della Pubblica Sicurezza, François Bonnardel, ha promesso un migliore sostegno ai comuni e ai circa 600 vigili del fuoco della provincia.

Per me l’importante è che riusciamo a formare chi ha bisogno di essere formatoEgli ha detto. Sostenere i comuni in termini di finanziamento, anche, per attrezzature specifiche – zodiacali o altro.

Breve richiamo ai fatti

Il 3 maggio, dopo due giorni di ricerche, i corpi dei due vigili del fuoco volontari furono ritrovati sulle rive del fiume Gouffre.

Per far luce sulle circostanze dell’accaduto, dal 15 aprile sono iniziati 10 giorni di udienze pubbliche da parte dell’ufficio del coroner.

Dopo il 15, 16, 17, 29 e 30 aprile, l’ultima udienza è prevista dal 13 al 17 maggio.

-

PREV Rupia indiana – La rupia ha raggiunto il livello più alto da oltre un mese grazie alle vendite di dollari da parte delle banche straniere
NEXT Guerra in Ucraina: “Cosa spiegheranno le autorità francesi alle famiglie delle vittime?”, minaccia un funzionario russo se la Francia invierà truppe