Rugby: è morto il sallélois Jacques Lepatey, ex nazionale francese

Rugby: è morto il sallélois Jacques Lepatey, ex nazionale francese
Descriptive text here
-

Ex esterno della nazionale, allenato al Racing Club Narbonnais e passato a Mazamet, Jacques Lepatey è morto questo mercoledì 1 maggio all’età di 94 anni. Originario di Sallèles-d’Aude, è stato capocannoniere del campionato francese nel 1953 e 1958 e ha preso parte alla leggendaria tournée dei quindici francesi in Sud Africa nel 1958.

È un illustre giocatore di rugby degli anni ’50, un uomo affettuoso e appassionato, scomparso questo mercoledì 1ehm Maggio 2024. Jacques Lepatey muore all’età di 94 anni. Proveniente da una numerosa famiglia di giocatori di rugby – suo zio Louis era un nazionale, anche suo padre Charles – è stato immerso nel mondo dell’ovale fin dalla più tenera infanzia. Originario di Sallèles-d’Aude, ha mosso i suoi primi passi nel rugby all’interno del club del suo paese, l’Union Sportive Sallèloise. Passò poi alle giovanili dell’RC Narbonne prima di unirsi alla squadra del Mazamet, come suo padre, nel 1948, dove trascorse gran parte della sua carriera come esterno per 13 stagioni. Rientrerà nell’RCN prima di appendere i ramponi al chiodo.

Con la maglia del XV di Francia, partecipò al leggendario Giro del Sud Africa nel 1958. Con il grande Lucien Mias, Doctor Pack, come capitano ma anche Raoul Barrière, Jean Carrère, François Moncla, Pierre Danos, Roger Martine, il I francesi hanno sconfitto gli Springboks (un pareggio e una vittoria nelle due partite di prova). Questo tour è stato immortalato dal giornalista Denis Lalanne, nel suo racconto La Grande Lotta del XV di Francia, e rimane per molti una pietra miliare dello sviluppo del rugby in Francia. Denis Lalanne descrive un Jacques Lepatey “feroce nell’amicizia e devoto alla causa comune […] insopportabile compagno di bridge ma fidato compagno di rugby” che ha giocato con il gruppo uno “ruolo fondamentale” dopo essere stato messo da parte a causa di un attacco di appendicite acuta.

Jacques Lepatey è stato selezionato sei volte per la squadra francese. Nel 1955 giocò tutte le partite del V Torneo delle Nazioni. Nel 1953 e nel 1958 si classificò anche come capocannoniere del campionato francese, con un record di 25 mete nel 1958 che fu cancellato dagli scaffali solo nel 1974.

Il Sallélois è stato vincitore della sfida dell’Yves-du-Manoir con Mazamet nel 1958, finalista di questa competizione nel 1955 e vicecampione di Francia con il club del Tarn nel 1958, battuto dal Lourdes di Jean Prat.

Questo viticoltore tutto combattente ha ricevuto una medaglia d’onore dal Senato della Repubblica francese il 7 luglio 2018, dall’allora senatore dell’Aude, Roland Courteau.

L’indipendente porge le sue più sincere condoglianze alla famiglia di Jacques Lepatey, nonché a tutti i suoi cari.

-

PREV La Fed mantiene nuovamente i tassi di interesse statunitensi dopo tre mesi di dati deludenti sull’inflazione | Notizie economiche
NEXT Fianchi: l’auto di un giovane di 19 anni si schianta contro un palo elettrico