350 persone manifestano a Bourg, un centinaio a Oyonnax

350 persone manifestano a Bourg, un centinaio a Oyonnax
Descriptive text here
-

La tradizionale sfilata del 1ehm-Maggio non ha riunito folle a Bourg-en-Bresse. Corinne Garcia aveva avvertito in nome dell’interunion, quest’incontro declinandosi contemporaneamente a Valserhône, Belley, Oyonnax e Saint-Genis-Pouilly.

Con almeno 350 persone, il contrasto è stato stridente con l’anno scorso che era arrivato a 13e manifestazione e “canto del cigno” contro la riforma delle pensioni con non meno di 3.000 manifestanti.

In attesa del corteo, sotto il mercato coperto, anche la sezione del Partito comunista francese vende i suoi rametti di mughetto e approfitta di questa giornata per attirare nuovi attivisti, e far conoscere il suo candidato Léon Deffontaines alle prossime europee elezioni a giugno.

Dopo un discorso congiunto che ha contestualizzato l’incontro, l’intersindacato si è espresso a favore di una “pace giusta e duratura, in Europa e ovunque nel mondo”, in riferimento alla guerra tra Russia e Ucraina e al conflitto israelo-palestinese.

“Gli stipendi attuali non bastano più per vivere dignitosamente”

A Oyonnax, un centinaio di persone si sono radunate questo mercoledì 1ehm Maggio davanti alla Maison des associazioni. Nell’alto Bugey, i sindacati CGT-FO-CFDT e FSU si mobilitano insieme, con uno slogan: “Gli stipendi attuali non bastano più per vivere dignitosamente. »

Nel discorso congiunto hanno parlato anche di un “contesto sociale ed economico locale preoccupante. Il lavoro quotidiano dei sindacati locali con i dipendenti in difficoltà continua ad aumentare”.

I sindacati sono allarmati dalla situazione dei dipendenti in disoccupazione parziale tramite attività parziale a lungo termine (APLD). “Molti accordi finiranno alla fine del 2024. Cosa succederà allora? Quanti licenziamenti nella Plastics Valley? »

-

PREV OIG: Prontezza della NASA per la missione con equipaggio Artemis II sull’orbita lunare
NEXT INFO LA SPEDIZIONE. Carcere di Seysses: un morto e un suicidio questo venerdì in un contesto di tensione per lo sciopero delle guardie penitenziarie