Negoziati: “Il governo dovrà parlare con se stesso”, afferma il vicepresidente della FIQ

Negoziati: “Il governo dovrà parlare con se stesso”, afferma il vicepresidente della FIQ
Negoziati: “Il governo dovrà parlare con se stesso”, afferma il vicepresidente della FIQ
-

La Federazione Interprofessionale della Salute del Quebec (FIQ) torna ai negoziati mercoledì pomeriggio con nuove priorità in mente, criticando il governo per la sua mancanza di chiarezza e le promesse non mantenute.

Anche se la questione della mobilità degli infermieri è al centro dei nuovi negoziati, il sindacato non comprende la posizione del Quebec.

Secondo lui, i negoziatori promettono “sempre” di migliorare la rete sanitaria, senza nemmeno rendersene conto.

“Al tavolo non abbiamo mai avuto risposte così, molto chiare”, ha sottolineato Jérôme Rousseau, vicepresidente della FIQ e corresponsabile dei negoziati.

Il sindacato desidera concentrarsi su cinque priorità: mobilità, stabilità, trattamento dei membri a tempo parziale, remunerazione degli infermieri ausiliari e dei terapisti della respirazione e condizioni per l’accesso agli straordinari a tariffa doppia.

La FIQ svela il suo piano di mobilitazione nel podcast di Alexandre Dubé, su Qub:

“Siamo aperti a trovare soluzioni, ecco perché non voglio saltare avanti”, ha comunque temperato Jérôme Rousseau.

  • Ascoltate lo scambio tra Éric Duhaime, leader del Partito conservatore del Quebec, e Richard Martineau via QUB :

-

PREV posso consumarlo anche dopo diversi mesi?
NEXT Giornata mondiale della sensibilizzazione sul tasso, una specie selvatica la cui caccia è controversa