Incidenti violenti nella metropolitana: la STM rinuncia al pattugliamento sistematico della polizia nella metropolitana di Laval

Incidenti violenti nella metropolitana: la STM rinuncia al pattugliamento sistematico della polizia nella metropolitana di Laval
Incidenti violenti nella metropolitana: la STM rinuncia al pattugliamento sistematico della polizia nella metropolitana di Laval
-

Nonostante l’aumento degli incidenti violenti nella metropolitana recentemente, la Société de Transport de Montréal (STM) non ha rinnovato il contratto con la polizia di Laval, tanto che da mezzanotte gli agenti di polizia hanno abbandonato le stazioni di Laval.

Poco dopo l’apertura delle tre stazioni, nella primavera del 2007, è stato raggiunto un accordo tra la STM e la città di Laval per garantire un pattugliamento costante intorno e all’interno delle infrastrutture.

Ma dopo alcune settimane di trattative le parti non sono riuscite a raggiungere un accordo e il contratto è scaduto martedì. Così, a mezzanotte, la coppia di agenti di polizia normalmente assegnati alle stazioni della metropolitana ha abbandonato queste infrastrutture e si è unito al pattugliamento regolare del vasto territorio di Laval.

«Continueremo a garantire la sicurezza dei cittadini attraverso le chiamate di emergenza e secondo necessità», precisa tuttavia il tenente delle relazioni pubbliche Geneviève Major.

In altre parole, non ci saranno più agenti di polizia dediti a monitorare costantemente le stazioni Montmorency, de la Concorde e Cartier durante gli orari di servizio della metropolitana. Ma risponderanno alle chiamate dei servizi di emergenza come fanno per qualsiasi struttura nel loro territorio.

Aumento della violenza

La fine del contratto arriva in un momento in cui gli attentati nella metropolitana registrano un aumento drammatico, preoccupano le nostre fonti della polizia di Laval e Montreal.

Recentemente, la STM ha riferito che gli episodi di violenza commessi contro autisti e agenti speciali in tutta la sua rete sono aumentati del 6% rispetto all’anno precedente. La stazione della metropolitana Montmorency, situata a Laval, è stata classificata tra i luoghi più problematici.

Al momento in cui scriviamo queste righe la STM non ha ancora risposto alla nostra richiesta.

Hai qualche informazione da condividere con noi su questa storia?

Scrivici a o chiamaci direttamente al 1 800-63SCOOP.

-

PREV Carcassonne: una manifestazione del 1° maggio all’insegna della difesa del sindacalismo
NEXT Morte di Matisse a Châteauroux: “Non possiamo accettare atti barbari”, reagisce il Primo Ministro