Cosa sappiamo dell’omicidio di Matisse, 15 anni, a Châteauroux?

-

Tutto è iniziato in quest’auto rottamata, una Twingo bianca, abbandonata da diversi mesi ai piedi dei palazzi del quartiere di Saint-Denis. Tre giorni dopo l’omicidio del quindicenne Matisse a Châteauroux, quello che è successo nel pomeriggio di sabato 27 aprile sta prendendo forma.

17:00 ” SABATO, [Matisse] ci ha mentito su chi avrebbe visto, non ci ha ascoltato”gli confidò suo padre La Nuova Repubblica. Informazioni rivelate da Il parigino, come confermato dalla procura di Bourges, l’adolescente, apprendista cuoco, si sarebbe recato nel quartiere per vedere i giovani della sua età. Installati nell’auto distrutta, avrebbero avviato un “battaglia rap freestyle” che sarebbe degenerato in una rissa tra Matisse e un altro adolescente di 15 anni. In un comunicato stampa del 29 aprile, il procuratore di Bourges, Céline Visiedo, fa valere “dichiarazioni concordanti” testimoni e il minore imputato “per indicare che i due minorenni si conoscevano e si erano insultati a vicenda prima dei fatti”. L’adolescente afghano – arrivato in Francia qualche anno fa e presente legalmente sul territorio – ha dichiarato di esserlo ricevuto un pugno dalla vittima (Matisse) »riferisce.

Preso dalla rabbia, si recò nel suo palazzo per afferrare una lama

Céline Visiedo, pubblico ministero di Bourges

L’aggressione è iniziata in macchina.
© (Foto NR, Manuela Thonnel)

“Lo ha spiegato preso dalla rabbiacontinua il comunicato, è andato nel suo palazzo per prendere la lama di un coltello e ha colpito più volte la vittima prima di fuggire. » Matisse è stato colpito quattro volte al petto.

5:30 di pomeriggio. “Ho sentito risate e urlaha detto Marie-Mathilde, un vicino. Non mi sono lasciato prendere dal panico. Poi è diventato urlante. Un vicino stava gridando “Ma cosa hai fatto! “ Un uomo ha allertato i servizi di emergenza mentre un’infermiera muoveva i primi passi. » Matisse viene trasportato all’ospedale di Châteauroux dai vigili del fuoco in condizioni critiche.

La madre incriminata per “violenza intenzionale”

19:30 La polizia ha arrestato il sospetto di 15 anni. Anche sua madre, 37 anni, è stata arrestata un’ora dopo. È sospettata di aver picchiato l’adolescente ferito. Entrambi vengono messi in custodia di polizia. Un’indagine per omicidio premeditato fu affidata alla polizia giudiziaria di Orléans e alla direzione territoriale della polizia nazionale dell’Indre, quando Matisse morì per le ferite riportate. Lo dirà l’autopsia, per voce del procuratore di Bourges “La morte è avvenuta a causa dell’esistenza di diverse ferite da punta […] Tra queste ferite, una arrivava direttamente al cuore”.

L’indagine è stata affidata alla polizia giudiziaria di Orléans e alla direzione territoriale della polizia nazionale dell’Indre.
© (Foto NR, Manuela Thonnel)

Lunedì 29 aprile. Al termine dei due periodi di fermo di polizia, il giudice istruttore ha incriminato il minore per omicidio, su richiesta della procura di Bourges, e ne ha ordinato l’incarcerazione. La madre è stata incriminata “violenza intenzionale che non comporti inabilità totale al lavoro con la circostanza che i fatti sono stati commessi nei confronti di una persona vulnerabile” e posto sotto controllo giudiziario.

Le indagini ora continuano “Chiarire l’origine della rissa e la personalità dell’autore che non aveva condanne nella sua fedina penale ma chi era sotto esame […] di furto con violenza in riunione e posto sotto controllo giudiziario (dal 22 aprile 2024) »ha indicato il procuratore di Bourges.

Sabato 4 maggio, alle 15,30, a Châteauroux verrà organizzata una marcia bianca con partenza da Place La Fayette.

-

PREV Secondo il nuovo barometro del governo, la Francia ha guadagnato 500 fabbriche tra il 2016 e il 2023
NEXT Vic-Fezensac. Skill Crew è al centro della scena per Label jour