Corse di cavalli di Carcassonne: nonostante la pioggia, “tenere conto del meteo fa parte del gioco”, secondo il presidente dell’ippodromo

-

Mercoledì 1 maggio si è svolto il primo incontro annuale dell’ippodromo Fajeolle a Carcassonne. Nonostante i giorni di pioggia che hanno preceduto l’evento, le corse dei cavalli si sono svolte in buone condizioni nonostante la scarsa affluenza.

Forti acquazzoni, cavalli al galoppo nel fango, punti di ristoro riparati… Tutti questi elementi hanno costituito il primo incontro delle corse di cavalli 2024 che si è svolto all’ippodromo di Fajeolle, questo mercoledì 1ehm Maggio. Un primo incontro che si è svolto senza intoppi per tutto il pomeriggio nonostante qualche timore in anticipo. Per diversi giorni consecutivi la pioggia è stata onnipresente a Carcassonne, come nella maggior parte del sud-ovest. Condizioni meteorologiche non molto favorevoli alle uscite all’aria aperta, come testimonia il livello di affluenza inferiore al solito.

A destra, il presidente dell’ippodromo, François Cazaux, al suo fianco Enzo Crublet, apprendista fantino che vinse la prima corsa in piano.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

Al termine della prima corsa in piano (al galoppo senza ostacoli), il presidente dell’associazione, François Cazaux, ha potuto esprimersi: “In effetti il ​​maltempo fa male. Solitamente all’inizio del pomeriggio i dintorni della pista sono affollati di gente. Questo si traduce anche in un minor numero di scommettitori, anche se al momento non posso rivelare cifre precise. Tenere conto del meteo fa parte del gioco, da parte nostra, abbiamo fatto del nostro meglio per garantire lo svolgimento delle gare.” A partire dalle 8 del mattino, una ventina di volontari che compongono lo staff dell’ippodromo si sono occupati dell’allestimento. “Siamo esperti nell’esercizio. Ognuno ha un compito molto specifico. Da parte mia, mi sono occupato della manutenzione della pista”.ha sottolineato François Cazaux.

Abbiamo un terreno drenante

Un’organizzazione efficiente alla quale si aggiunsero anni di trattamento del terreno (tra le altre operazioni di dethatching), per rendere i luoghi adatti ad imponenti monti. Il presidente dell’associazione ha precisato: “Non ha piovuto solo oggi, ma per diversi giorni. Comunque fantini e conducenti possono correre senza paura. Abbiamo un terreno drenante. Assorbe gran parte dell’acqua e quindi riduce l’effetto spugnoso, per non parlare dei grumi di fango.”

I fantini e i conducenti presentano i loro cavalli.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

Il primo highlight si è quindi svolto senza intoppi. Questo incontro che ha inaugurato la stagione è stato tanto più speciale in quanto ha permesso agli apprendisti fantini di beneficiare delle corse organizzate. Ad esempio, Enzo Crublet, un giovane di 16 anni, è uscito vincitore in piano. Questo ulteriore successo in sella gli ha permesso di lasciare il suo status attuale e diventare professionista. Per lui, “Il meteo fa parte del gioco. Ne teniamo conto durante l’allenamento.”

Leggi anche:
Corse di cavalli a Carcassonne: a pochi giorni dalla partenza, il presidente dell’ippodromo François Cazaux parla dell’organizzazione

Tra i pochi visitatori venuti ad assistere alle gare, molti erano in realtà sponsor venuti ad osservare. “Speriamo che il 12 maggio il tempo sia migliore”ha concluso François Cazaux.

-

PREV una settima giornata dei cittadini dal ricco programma
NEXT Herbert: su quale canale e a che ora vedere in diretta la partita del Roland-Garros?