Primo pianeta canaglia senza stelle avvistato dal telescopio della NASA

-

La NASA ha un telescopio per la caccia ai pianeti che ha recentemente trovato il suo primo pianeta fluttuante – o canaglia nello spazio lontano.

Per essere chiari, gli astronomi conoscono oltre 5.000 pianeti in altri sistemi stellari distanti diversi anni luce.

Allora, cosa c’è di così speciale in questo?

LEGGI DI PIÙ: La NASA riceve un segnale laser inviato da una distanza strabiliante di 226 milioni di chilometri

Il TESS della NASA, il Transiting Exoplanet Survey Satellite, è un telescopio spaziale che cerca altri pianeti.

Tuttavia, un pianeta canaglia è unico.

Questo perché tali corpi non orbitano attorno ad alcuna stella e fluttuano liberamente nello spazio, da soli.

Ciò rende il loro rilevamento piuttosto un compito.

Conosciamo già i pianeti del nostro sistema solare e anche le scoperte sugli esopianeti stanno diventando più frequenti.

Tuttavia, quest’ultima scoperta rientra in una categoria completamente diversa.

Gli scienziati hanno anche trovato prove dell’esistenza di un “Pianeta 9” nel nostro sistema solare.

Poiché i pianeti fluttuanti non sono legati gravitazionalmente ad alcuna stella, spesso rimangono inosservati.

Perché sono così, potresti chiedere?

I ricercatori dibattono da tempo sull’origine dei pianeti canaglia e la teoria principale è che il loro sistema ospite li abbia espulsi.

Dato che è così difficile individuare i pianeti fluttuanti, potrebbero essercene di più dei normali pianeti nell’universo.

Un quadrilione di pianeti senza stelle solo nella nostra galassia, per essere chiari.

Sono 15 zeri.

Va bene allora, allora come ha fatto TESS a trovarlo?

Gli astronomi della NASA hanno utilizzato un fenomeno suggerito per la prima volta da Albert Einstein più di un secolo fa: chiamato microlente gravitazionale.

Quando un pianeta canaglia si allinea davanti a una grande stella in un sistema stellare lontano, fa sì che la luce della stella “oscilla” a causa della sua attrazione gravitazionale.

In sostanza, il pianeta canaglia deforma leggermente lo spazio-tempo, in modo simile a una lente.

Questo può quindi essere rilevato su vari telescopi spaziali, suggerendo un pianeta fluttuante.

In questo caso, la stella che ha giocato un ruolo cruciale è circa 13 volte più grande del Sole e si trova a oltre 10.400 anni luce di distanza.

Il pianeta senza stelle probabilmente ha una massa alcune volte quella della Terra.

Quindi non è sicuramente una dimensione incoerente.

I ricercatori hanno presentato questi risultati in un documento in attesa di revisione.

Ciò significa che questa scoperta deve essere confermata anche da qualcun altro.

Sebbene i pianeti canaglia siano estremamente comuni, la NASA e altri ricercatori vogliono capire perché esistono tali pianeti senza stelle.

-

PREV “I prezzi elevati dei succhi di frutta hanno contribuito a stabilizzare il mercato delle arance”
NEXT Il governo sostiene l’urgente richiesta di modifica del Sudafrica, indicazione di ulteriori misure provvisorie da parte dell’ICJ