Dortmund-PSG: tutto quello che c’è da sapere sul “Muro Giallo”, l’imponente tribuna dello stadio del Borussia

Dortmund-PSG: tutto quello che c’è da sapere sul “Muro Giallo”, l’imponente tribuna dello stadio del Borussia
Dortmund-PSG: tutto quello che c’è da sapere sul “Muro Giallo”, l’imponente tribuna dello stadio del Borussia
-

Quando ti guarda, sei molto piccolo. E, viceversa, se entri in campo al Signal Iduna Park di Dortmund con la maglia di un avversario del Borussia, vedrai solo questo gigante giallo. Ti opprime e cerca di schiacciarti la mente con le sue grida. Questo orco è la tribuna sud dello stadio del Borussia Dortmund. Ma tutta l’Europa lo chiama “Muro Giallo”. Con una pioggia di decibel o un’ondata di incoraggiamento, a volte ha cambiato il corso delle partite del Borussia. Ovviamente i giocatori forti del PSG sono in grado di resistere a questa pressione popolare. Soprattutto per averla affrontata quest’autunno nella fase a gironi.

Misure impressionanti

Per misurare il suo fervore architettonico, non c’è niente come confrontarlo con ciò che più gli somiglia in Francia, lo stand settentrionale di Geoffroy-Guichard a Saint-Étienne. Solo che il muro giallo è molto più grande e inclinato del bastione verde. In Bundesliga possono annidarsi in 24.454, in piedi, in questa tribuna alta 40 metri, larga 100, profonda 52 e con un’inclinazione di 37 gradi.

Una capienza che in Champions League non si riduce più

Le norme erano spietate. La UEFA vieta la partecipazione alla Coppa dei Campioni per motivi di sicurezza. Per molto tempo il club ha quindi potuto vendere posti solo nelle sere delle partite europee. Ma nel 2022, la UEFA ha deciso che il Dortmund sperimentasse lo stare in piedi durante le serate europee. Esperienza considerata positiva. Da allora il Borussia può ospitare anche quasi 25.000 persone nella tribuna sud. E più di 81.000 in tutto il recinto.

Una distribuzione originale degli spettatori

Gli ultras più rumorosi si sono installati al centro, nelle tribune 12 e 13. Sono loro che scandiscono il ritmo delle canzoni e sventolano le bandiere più grandi. Intorno, e questo è unico per un kop, il resto del pubblico è costituito da familiari, quarantenni, cinquantenni, donne, bambini, tutti stanno in piedi per più di tre ore… Da notare che il pubblico. non si rinnova quasi mai di stagione in stagione. Perché quasi tutti i membri portano di stagione in stagione il loro abbonamento annuale al paradiso giallo. Le liste d’attesa per entrare si allungano. Tra gli abbonati l’abbonamento alla tribuna sud fa parte di un patrimonio di famiglia.

Un inno in linea con la cultura popolare del Borussia

Bisogna aver passato una serata su questo forum per capirlo davvero. Si sente l’odore della birra, le cui scatole ti permettono di portare pacchi da sei o otto bicchieri. Ma anche Bratwurst, la famosa salsiccia tedesca, racchiusa in un panino. E in mezzo a questa miscela di luppolo, grasso e fervore, prima di ogni partita risuona una canzone magica. IL ” Non camminerai mai solo » da Liverpool. La leggenda narra che i tedeschi lo adottarono durante la finale di Coppa delle Coppe del 1966 giocata tra i due club. Ma è solo una leggenda. Infatti, nel 1996, una band tedesca, i Pur Harmony, composta da tifosi del Borussia, fece una cover di questa canzone. E lo speaker di Signal Iduna Park lo ha trasmesso dagli altoparlanti. Ma è solo alla fine degli anni 2000 che si diffonde davvero. Il club allora soffriva la fine della classifica e aveva problemi economici. Ripetendolo all’unisono, i tifosi hanno voluto dimostrare il loro incrollabile sostegno al loro club. Da allora, il Borussia si è ripreso e ha ripulito le sue finanze. Ma la canzone del muro giallo restava.

-

PREV Gli incendi costringono ancora le evacuazioni nella Columbia Britannica
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez